Warning: include(/home/gtaser/my_domains/lanoire/www/it/la-noire/guida-menu.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/la-noire/guida-caso-12.php on line 1

Warning: include(): Failed opening '/home/gtaser/my_domains/lanoire/www/it/la-noire/guida-menu.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/la-noire/guida-caso-12.php on line 1

Morte di una segretaria

The Studio Secretary Murder
Dipartimento: Omicidi - Divisione centrale | Indizi: 17 | Domande: 15 | 100%:

Nonostante delle similitudini, sembra che gli omicidi in serie dell'assassino della Dalia Nera siano finiti. Abbiamo preso il nostro uomo e continuiamo a chiudere casi uno dietro l'altro. Siamo in cima, ma la nostra voglia di migliorare non sarà mai sazia!

Il filmato si aprirà su Cole che raggiungerà il club Blue Room Jazz Club dimostrando di essere praticamente di casa oramai. Che sia stata Elsa a stregare il nostro incorrutibile uomo?

James: Certo, ce ne occuperemo subito... sì, mi rendo conto che ci sono le elezioni... stia tranquillo. Non è il momento di perdere la calma.

Chiuso il telefono, il capitano Donelly si rivolgerà al suo duo delle meraviglie.

James: Sembra che qualcuno abbia appena impegnato una fede nuziale d'oro rosa e un anello di fidanzamento coordinato. Ve li ricordate?

Cole: Deidre Moller.

James: Convincete quello del monte dei pegni a parlare, vedete cosa riuscite a scoprire. L'indirizzo è 348 South Main Street. Il caso Moller va davanti alla giuria la settimana prossima e il procuratore non vuole fare una figuraccia. Poi raggiungete il deposito ferroviario su Santa Fe Avenue. Un'altra povera sventurata è stata trovata stamattina proprio accanto ai binari. Una donna bianca di 40 anni.

Rusty: Agli ordini, Skipper.

Concluso il filmato otterremo due nuovi luoghi, scalo di smistamento e monte dei pegni oltre ad una nuova persona, vittima dell'omicidio. Oltre a ciò riceveremo l'indizio anelli impegnati al Monte dei Pegni seguito da due nuovi obiettivi, indagare alla Globe prestiti e gioielli e indagare sulla scena del crimine vicino alla ferrovia. Raggiungiamo dunque l'auto e dirigiamoci per prima cosa al monte dei pegni, percorriamo dunque la prima strada sino all'incrocio con Main Street e qui curviamo a destra proseguendo poi sempre dritti sino a raggiungere la nostra destinazione.

Monte dei pegni

David: Come posso aiutarvi, ragazzi?

Cole: Detective Phelps e Galloway, LAPD. Ha una fede nuziale e un anello di fidanzamento d'oro rosa?

David: David Bremner. Riceverò qualcosa come compenso? Io ho dato dei bei soldi a quello zoticone, e ora voi ragazzi vi porterete via tutto.

Rusty: Quanto gli hai dato?

David: 50 dollari.

Rusty: Prova un'altra cifra.

David: 20?

Rusty: Diciamo 10. E ritieniti fortunato.

David: Ho gli anelli proprio qui.

Ultimata la discussione prendiamo l'anello a sinistra e giriamolo leggermente a destra per notare un marchio che David ci dirà essere quello della gioielleria Hartfield dove è stato realizzato l'anello. Posiamo il primo anello e prendiamo il secondo ruotando anche questo leggemente a destra per notare un secondo marchio, stavolta quello della qualità dell'oro. Ultimata l'analisi dei due anelli, ripartirà il filmato.

Cole: Cosa ci può dire del tipo che li ha portati qui?

David: Ha lasciato il nome Percy B. Shelley. Come indirizzo il 15 di Poland Street, London. Nella contea di Tulare.

Cole: Ci può fornire una descrizione dell'uomo che ha impegnato questi due anelli?

David: Non saprei. Altezza media, corporatura media... capelli scuri, mi pare. Mi spiace. Aveva una di quelle facce che si dimenticano.

Cole: rimarremo in contatto, signor Bremner.

Concluso il filmato e fatto un evidente buco nell'acqua con il monte dei pegni, non ci resta che occuparci del nostro nuovo caso di omicidio. Torniamo dunque in auto e dirigiamoci al 378 South Santa Fe Avenue. Andiamo leggermente di retromarcia e giriamo a sinistra sulla terza strada. Proseguiamo lungo la terza sino all'incrocio a forma di stella tra la terza, la quarta e Alameda Street. Da qui proseguiamo sulla terza e una volta in fondo giriamo a destra su Santa Fe Avenue. Da qui ci basta proseguire raggiungendo così il deposito ferroviario. Giunti sul posto ed aggiornato il luogo scena del crimine, seguiamo l'auto del poliziotto di pattuglia tra binari e vagoni sino allo scalo di smistamento

Scalo di smistamento

Cole: Hart, dico bene?

Clyde: Già. Faccio la guardia a tutti i depositi ferroviari.

Cole: Che cosa abbiamo?

Cole: E' stato il negro, Nelson Gaines, a chiamare. Io sono venuto a controllare che lui e l'altro tizio, Jamison, rimanessero nei paraggi.

Cole: Jamison ha trovato il corpo?

Clyde: Qualcosa del genere. Quel tizio mi dà il voltastomaco.

Cole: Noi parliamo al coroner. Tu tienili d'occhio entrambi.

Aggiunti Jamison e Nelson Gaines alle persone coinvolte nel caso raggiungiamo il corpo della vittima e parliamo con il coroner Malcolm.

Cole: Cos'abbiamo qui?

Malcolm: Donna bianca. Circa 40 anni. Macchie di rossetto sulla faccia, ma nessuna scritta, quantomeno nessuna leggibile. Traumi contusivi nella regione delle tempie, del naso e degli occhi. I segni sul collo fanno pensare allo strangolamento, come probabile causa di morte.

Cole: Qualche idea sull'ora del decesso?

Malcolm: Dalla temperatura, direi dopo mezzanotte.

Concluso il filmato analizziamo il corpo della vittima controllando prima la testa per sentire l'odore che ci darà l'indizio vita vagabonda e successivamente il braccio destro in modo da notare l'anello scomparso all'anulare. Conclusa l'analisi ed ottenuto l'indizio ora del decesso, raggiungiamo la coperta gialla di fianco al vagone dove troveremo una lista di oggetti che aggiornerà lo stato della vittima in Evelyn Summers fornendoci al contempo l'obiettivo rintraccia l'indirizzo del negozio di liquori Levine. Esaminiamo subito dopo la scatola di fiammiferi per ottenere l'obiettivo indaga al Mensch's Bar. Fatto ciò apriamo la borsetta rossa al cui interno troveremo la metà superiore di una lettera e la tessera di lavoro nell'industria cinematografica.

Conclusa l'analisi degli indizi, raggiungiamo l'uomo di colore in modo da interrogarlo.

Cole: Detective Phelps e Galloway, Omicidi. Può dirci esattamente cos'è successo?

Nelson: Stavamo smistando i vagoni sulla linea principale quando ho visto quest'uomo sdraiato sopra la donna. Lei non si muoveva e sembrava conciata male.

Cole: A che ora?

Nelson: Stamattina alle 7.30 circa, signore.

Cole: Grazie per l'aiuto. Ha fornito all'agente Hart tutti i dettagli?

Nelson: Sissignore.

Cole: Grazie, ora può andare.

Concluso il discorso con Nelson, raggiungiamo Jamison e interroghiamolo.

Cole: Detective Phelps. LAPD, Omicidi.

John: John Ferdinand Jamison.

Cole: Dovresti rispondere a qualche domanda, John.

John: Se non le spiace, preferisco Ferdinand.

Rusty: Non fare il furbo, deficiente.

Cole: Cosa stavi facendo al corpo, Ferdinand?

John: E' sicuro che non si arrabbierà?

Cole: Fidati, Ferdinand.

John: La stavo baciando...

Dopo che Rusty avrà mandato a terra Jamison, ricomincerà l'interrogatorio

John: Non è contro la legge! Non c'è nessuna legge che lo proibisce.

Rusty: Sta zitto e incassa le botte da uomo.

Cole: Svuota le tasche, Ferdinand.

Aggiornato il profilo di John Ferdinand Jamison, esaminiamo il rossetto che ci ha dato in modo da notare che si tratta della stessa marca e colore di quello usato dall'assassino della Dalia Nera.

Cole: Questo è tuo, Ferdinand?

John: No. L'ho trovato vicino alla sua borsa. Pensavo che le sarebbe stato bene.

Cole: Rusty, basta. Non colpirlo.


Domanda: Contaminazione delle prove

Cole: Hai frugato nella sua borsa?

John: Tanto a lei non serviva più. Ho dato un'occhiata.

Interpretazione: Verità

Cole: Hai preso dei soldi?

John: Non ce n'erano. Ho trovato il rossetto e i fiammiferi. Nient'altro.


Domanda: Scoperta del corpo della vittima

Cole: Hai trovato tu il corpo?

John: Sì, è così. Io lavoro qui. Avevo finito il turno e stavo andando a casa.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Perché non hai chiamato nessuno, Jamison? Lo sai che cosa penserà di questo la giuria?

John: La giuria? Che cosa? Si vedeva che era morta. Sono passato di qui ieri notte intorno a mezzanotte, lei non c'era.

Rusty: Lascia che gli molli un altro ceffone.


Cole: Sei in arresto, Jamison. Vedremo come si metterà questa storia. Fino ad allora vorrei che pensassi a come ti piacerebbe essere trattato se ti trovassero morto.

John: Ma vi dico che non è illegale! Io e qualche amico...

Rusty: Clyde, ti spiace sbattere in cella questo sacco di merda? Me ne occuperò più tardi.

Clyde: Certo, Rusty.

Concluso l'interogatorio e arrestato Jamison, raggiungiamo il gamwell dietro la nostra auto per metterci in contatto con gli archivi della polizia ottenendo così l'aggiornamento del negozio di liquori Levine e l'obiettivo relativo indaga al negozio di liquori Levine. Fatto questo saliamo in auto e raggiungiamo il 939 di South Hope Street, ossia il negozio di liquori Levine. Torniamo su Santa Fe Avenue, percorriamola verso nord e giriamo nuovamente sulla terza strada proseguendo poi su di questa sino all'incrocio con Hope Street. Giunti all'incrocio giriamo a sinistra e proseguiamo lungo Hope Street sino al negozio di liquori, oltre l'incrocio con la settima strada.

Negozio di liquori Levine

Walter: Cosa posso fare per voi?

Cole: LAPD. Phelps e Galloway. Stiamo indagando sull'omicidio di Evelyn Summers.

Walter: Evelyn... è morta?

Cole: Conosceva Evelyn Summer, signor...?

Walter: Robbins. Sì, conoscevo Evelyn. Ero un buon amico del suo ex marito. Lei teneva qui un po' della sua roba.

Cole: Può mostrarcela, per favore?

Walter: Certo. Da questa parte.

Concluso il filmato seguiamo il signor Robbins sino all'angolo dedicato a Evelyn con un materasso e svariati oggetti. Di questi esaminiamo la fotografia di fianco al letto, il libro firmato da Grosvenor McCaffrey di fianco alla fotografia, la statuetta della Keystone e il birillo dalla sala da bowling Rawling che ci fornirà l'obiettivo indaga al bowling Rawling. Ultimata l'analisi degli indizi, torniamo dal signor Robbins nel magazzino del negozio per avviare un interrogatorio.

Domanda: Contatto con la vittima

Cole: Stiamo cercando di ricostruire i movimenti di Evelyn di ieri.

Walter: E' passata in mattinata.

Cole: Una visita di cortesia, o voleva prendere qualcosa?

Walter: Aveva un paio di dollari e si è comprata una bottiglia di whisky.

Interpretazione: Verità

Cole: Qualche idea sull'origine di quei soldi?

Walter: Non l'ha detto. Ma ha detto che la bottiglia era un regalo per un ragazzo. Ha detto che avevano litigato e voleva fare pace.


Domanda: Relazione con la vittima

Cole: Lei ed Evelyn eravate intimi, signor Robbins?

Walter: Non dispiacerà a molto che se ne sia andata. Io sarò uno di quei pochi.

Interpretazione: Verità

Cole: Pensiamo che negli ultimi tempi Evelyn dormisse dove capitava.

Walter: Per me era diventato difficile farla stare qui. Sua madre stava cercando di rimetterla in sesto. Ormai è vecchia. E, per dirla tutta, bisognava avere una buona ragione per trovare la forza di rialzarsi.


Domanda: Conoscenza di McCaffrey

Cole: Conosce un amico di Evelyn di nome McCaffrey?

Walter: Non personalmente.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Stiamo disperatamente cercando una pista, Robbins. Evelyn conosceva McCaffrey?

Walter: Per lei era una specie di idolo. Da quanto ho capito la cosa non era affatto reciproca. Lui ostentava idee rivoluzionarie, atteggiandosi come uno che combatte i mali della società. Può immaginare l'effetto sugli emarginati come Evelyn.

Cole: Grazie per il suo aiuto, signor Robbins.

Walter: Nessun problema. Ehi, mi piacerebbe occuparmi del funerale. Pensa che potrei contattare la madre di Evelyn?

Cole: Chiami il comandante di turno alla centrale, signor Robbins. Lui si metterà in contatto con i parenti.

Walter: Grazie. Prendetelo quel bastardo, eh? Evelyn non ha mai fatto male a nessuno.

Concluso l'interrogatorio otterremo l'indizio acquisto di alcol. Fatto questo usciamo dal locale, risaliamo in auto e dirigiamoci al Mensch's Bar, all'angolo tra la nona e Main Street. Da dove ci troviamo proseguiamo superando l'incrocio con l'ottava e giriamo a sinistra alla nona così da scendere verso sud e raggiungere il Mensch's Bar lungo la strada.

Mensch's Bar

Walter: Un drink, ragazzi?

Cole: Phelps, Galloway. Omicidi. Siamo venuti a farle qualche domanda su Evelyn Summers.

Walter: Sono Walter Mensch. Evelyn Summers? Che succede?

Cole: Conosce Evelyn?

Walter: Non solo la conosco, Evelyn. E' una vera spina nel fianco. Viene sempre a scroccare da bere. Sempre senza grana. L'ultima volta è passata un paio di sere fa.

Cole: Le ha mai detto dove viveva?

Walter: Non so. Penso che non avesse fissa dimora. Aveva un'aria da vagabonda.

Cole: Con chi beveva?

Walter: Con qualcuno di quei ragazzi. Chieda a loro.

Conclusa la discussione con Walter Mensch, raggiugiamo l'uomo seduto al tavolo per parlargli prima ed interrogarlo poi.

Cole: Come si chiama?

Grosvenor: Grosvenor McCaffrey.

Cole: Le dispiace sse le faccio un paio di domande, signor McCaffrey?

Grosvenor: Sono solo uno scrittore morto di fame, detective. Di cosa vuole parlare?

Cole: Di Evelyn Summers. E del perché è stata trovata pestata e strangolata nel deposito ferroviario sulla Santa Fe.

Grosvenor: OK, capisco.

Cole: La conosceva bene?

Grosvenor: Non posso dire che la conoscevo. Diciamo che ero consapevole della sua presenza.


Domanda: Precedenti penali

Cole: Lei ha precedenti, signor McCaffrey?

Grosvenor: Niente di serio. Qualche piccolo incidente.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Vuole farmi risparmiare un po' di tempo, o devo andare a cercare il suo fascicolo?

Grosvenor: Dispute industriali, scioperi. Diritti dei lavoratori. Roba del genere.

Rusty: Un membro della quinta colonna, certo. Piacere di conoscerti, compagno.


Domanda: Relazione con la vittima

Cole: Ha detto di conoscere appena Evelyn?

Grosvenor: Sì, esatto.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Sta mentendo, McCaffrey. Guarda Evelyn dall'alto in basso ma la conosceva bene e ha un'idea precisa di quello che è successo.

Grosvenor: Spero che abbia modo di dimostrarlo. Glielo dico ancora, conoscevo a malapena quella donna.

Prova: Libro

Cole: Perché prestarle il suo libro sulla metafisica se la conosceva solo di passaggio? C'era di più. Un uomo colto come lei passa i suoi testi solo agli allievi, ai seguaci.

Grosvenor: Mi tampinava per quel dannato libro. Poi l'ha preso a casa mia e ha mentito spudoratamente quando gliel'ho chiesto. Come se potesse capirci qualcosa. L'ho vista entrare in un hotel con Tiernan, ieri notte. Avevano le bottiglie nei sacchetti di carta. E' lui il vostro uomo.


Cole: Grazie per le informazioni, signor McCaffrey.

Concluso l'interrogatorio otterremo l'indizio ultimo avvistamento della vittima e la persona Tiernan. Fatto questo saliamo in auto e proseguiamo lungo Main Street sino all'incrocio con la prima strada dove dovremo girare a sinistra in modo da raggiungere la Stazione centrale della polizia, durante il viaggio infatti verremo contattati urgentemente da KGPL che ci dirà di tornare immediatamente in centrale per urgenti comunicazioni da parte del capitano James Donelly.

Stazione centrale di polizia

Mel: Il capitano è giù con Ray Pinker e Carruthers

Una volta giunti dentro l'ufficio di Ray, scatterà un nuovo filmato.

Cole: Cosa c'è, capitano?

James: Ray e Mal hanno dei dubbi sui casi Henry e Moller, dubbi che non devono uscire da questa stanza.

Rusty: Le prove sono robuste, capitano...

James: Sono d'accordo, Rusty. E' solo che i cadaveri continuano ad arrivare.

Rusty: Emulatori.

James: Anch'io l'ho pensato. Ma le lettere, i messaggi con il rossetto...

Malcolm: Evelyn Summers. Carminio Classico, di Cartel. Ogni donna con la stessa marca e lo stesso colore.

Rusty: Su Theresa Taraldsen non c'era alcun messaggio.

Malcolm: Tecnicamente hai ragione, Rusty. Non c'era il rossetto, ma c'era un messaggio. L'abbiamo trovato sotto il vestito, graffiato con una specie di punta.

Cole: Cosa diceva?

Ray: Sicuro di volerlo sapere?

Cole: Ray?

Malcolm: Da quanto abbiamo decifrato, diceva "Fica BD".

Rusty: Questo è un modo di vedere la cosa.

Cole: In che senso, vedere?

Rusty: La fica è una questione di accesso, Phelps. Tu sei sposato, la tua è vincolata. Alcuni di noi preferiscono pagare una rata per volta. Questo tipo non vuole pagare affatto.

Cole: Perché sei così arrabbiato, Mal?

Malcolm: Perché ho appena dovuto licenziare uno dei miei collaboratori. Un amico di Jamison. Dio sa cos'avrebbe potuto combinare.

Cole: Capitano, abbiamo qualche buon indizio sul caso Summers. Ma è lei che deve devidere come dobbiamo procedere.

James: Per ora acqua in bocca e continuate con Evelyn Summers. Voglio un rapporto tutti i giorni.

Ultimato il lungo filmato, torniamo al piano superiore ed utilizziamo il telefono sul muro per ottenere l'indirizzo di Grosvenor McCaffrey. Ottenuto il nuovo luogo, Appartamento di McCaffrey e il nuovo obiettivo indaga all'appartamento di McCaffrey avremo due destinazioni a nostra disposizione, l'ultima appena sbloccata e il Bowling dove dovremo andare come prima destinazione. Una volta in auto facciamo una inversione a U, superiamo Hill e Olive Street e giriamo a sinistra alla terza, Grand Avenue. Da qui proseguiamo sempre dritti e raggiungeremo la sala da bowling Rawling.

Bowling Rawling

Florence: Ciao, Rusty. Due sulla solita pista?

Cole: Sono il detective Phelps. Omicidi.

Florence: Devi essere uno nuovo. Che misura di scarpe?

Cole: Stiamo conducendo un'indagine, signora. Le dice qualcosa il nome Evelyn Summers?

Florence: Mi pare di averlo sentito. Potrebbe essere un'amica di Jimmy.

Cole: Jimmy?

Florence: James Tiernan. Sistema i birilli. Un giorno mi ha presentato una donna dopo il lavoro. Mi è rimasta in mente perché era molto più vecchia. Troppo, per lui.

Rusty: Dove possiamo trovare Jimmy, Florence?

Florence: Sarà tra le piste, verso il fondo.

Cole: Grazie, signora. Andiamo a prenderlo.

Ultimato il filmato ed aggiornato lo stato di James Tiernan, vedremo alle nostre spalle una persona scappare dalle piste di Bowling verso il retro. Raggiungiamo di corsa la porta per scoprire che a scappare è proprio il nostro uomo e la fuga ben presto muterà forma passando da corsa a piedi e inseguimento in auto. Ci troveremo a bordo di un'auto decisamente potente, spingiamo dunque l'acceleratore solo quando ci troviamo in rettilineo e molliamolo quando bisogna curvare o ci ritroveremo facilmente sopra i marciapiedi o contro un muro. Al solito, affianchiamo Tiernan a sinistra così da permettere a Rusty di sparare alle ruote e fermarlo.

Fermato ed arrestato Tiernan, non ci resta che raggiungere l'appartamento di McCaffrey al 126 di Yale Street. Il punto di partenza varia a seconda di quanto a lungo siamo rimasti dietro Tiernan, la via migliore da seguire comunque sta nell'individuare Broadway Avenue e percorrerla completamente come se volessimo raggiungere gli uffici del Coroner, partendo da qui infatti sarà sufficente fare un paio di curve, prima a sinistra e successivamente a destra, per raggiungere l'appartamento di McCaffrey. Giunti sul posto esaminiamo le buche a sinistra per vedere che l'appartamento di McCaffrey è il sesto. Entriamo nell'edificio, saliamo le scale a destra e andiamo a sinistra una volta raggiunto il primo piano.

Dopo aver bussato, buttiamo giù la porta ed esaminiamo a sinistra, sopra la scrivania l'altra metà della lettera strappata trovata nella borsa di Evelyn. Fatto questo, a destra, esaminiamo la chiave a pipa insanguinata del Rawling's Bowling. Conclusa l'analisi degli indizi, verremo raggiunti da una vicina di Grosvenor.

Vicina: Sei tu, Grosvenor? E voi chi siete? Cosa ci fate qui?

Cole: LAPD, signora. Sa dove possiamo trovare McCaffrey?

Vicina: Sono la vicina. E' nei guai?

Rusty: Ascolta, signora, dobbiamo trovarlo al più presto. Vuoi darci problemi?

Vicina: Ha una piccionaia sul tetto. Quando beve poi trascorre lì la mattina.

Cole: Come ci arriviamo?

Vicina: Alla fine del corridoio, in cima alle scale.

Conclusa la discussione saliamo al terzo piano e da qui poi in cima al tetto dove troveremo Grosvenor all'interno della piccionaia. L'uomo, non appena vedrà Phelps e Rusty però se la darà a gambe. Mettiamoci dunque all'inseguimento superando al volo il piccolo ponte di ferro e scendendo quanto più rapidamente possibile le scalette. Una volta giù, restiamo attaccati all'uomo quanto più possibile, potremo mandarlo a terra solo una volta raggiunto un parcheggio dietro due edifici - giunti sul posto scattiamo e placchiamo il nostro sospettato. Concluso l'arresto, risaliamo in auto e raggiungiamo la stazione di polizia dove dovremo interrogare entrambi i nostri uomini.

Stazione centrale di polizia

James: Siete sicuri di poter accusare con successo uno di questi sospetti, signori?

Cole: E' stato McCaffrey o Tiernan, signore. Penso che Jamison sia solo un pervertito.

James: D'accordo. Mi occuperò io stesso di quel lunatico degenerato. Assaggerà una punizione terrificante. Tiernan è nella sala 1, McCaffrey nella 2. Voglio che uno dei due confessi. Non deludermi, giovane Phelps.

Conclusa la discussione con il capitano, raggiungiamo la sala interrogatori 1 e mettiamo sotto torchio Tiernan.

Cole: Perché sei scappato, Tiernan?

James: Sono stato l'ultimo a vedere Evelyn quella notte. Sapevo che avreste pensato a me.


Domanda: Relazione con la vittima

Cole: Puoi descriverci la tua relazione con Evelyn?

James: La conoscevo appena.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Continua a mentire e ti metterò davanti a una giuria prima che tu riesca a sbattere gli occhi.

James: Come può provare che io ed Evelyn fossimo più che amici?

Prova: Ultimo avvistamento della vittima

Cole: McCaffrey ti ha incastrato, Tiernan. Dice che ti ha visto entrare in un hotel con Evelyn.

James: Ho incontrato Evelyn alla biblioteca pubblica. Di solito leggiamo un po' e poi andiamo a bere. Ieri notte siamo tornati in camera mia e abbiamo bevuto ancora un po'. Io devo essermi addormentato. Quando ho aperto gli occhi lei non c'era più.

Cole: A che ora?

James: Intorno alla mezzanotte, forse dopo.

Cole: E nessuno può confermarlo?

James: No, nessuno. Lo sapevo che non mi avrebbe creduto.


Domanda: Libro della vittima

Cole: La Metafisica di Aristotele. Il libro di McCaffrey.

James: McCaffrey una volta ha visto che lo guardava e le ha riso in faccia.

Cole: E tu dici che Evelyn l'ha rubato?

James: Lei voleva avere qualcosa che appartenesse a lui.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Possiamo accusare te o McCaffrey. E' meglio che tu ci dia qualcosa di concreto.

James: McCaffrey ha già avuto problemi con la giustizia. Dice sempre che ha a che fare con il sindacato, ma non ne sono così certo.


Domanda: Alibi di James Tiernan

Cole: Ieri notte tu ed Evelyn avete bevuto, e lei non aveva un posto dove andare.

James: Non so cos'è successo ieri notte. Non ricordo.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Stai mentendo, Tiernan. Avete litigato. E dopo tu...

James: Non sto mentendo. Lei ha preso e se n'è andata. E' tutto.

Prova: Acquisto di alcol

Cole: E' andata via, ma poi è tornata da te. Ti aveva comprato una bottiglia di whiskey per fare pace. L'ha detto al negoziante. Sei in grossi guai, amico.

James: Mi ha detto che mi amava, che voleva prendersi cura di me. Ma non smetteva mai di parlare di McCaffrey. McCaffrey era uno scrittore, McCaffrey era un eroe, McCaffrey difendeva i deboli...

Cole: L'hai uccisa, Tiernan?

James: E' come se l'avessi fatto. L'ho cacciata. E lei non aveva un posto dove andare.


Domanda: Accesso all'arma del delitto

Cole: Possiedi una macchina, Tiernan?

James: No, assolutamente.

Cole: Hai accesso a una chiave per montare le gomme?

James: Le usiamo per sbloccare le macchine quando i birilli si incastrano.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Il coroner afferma che Evelyn è stata uccisa con una chiave per le gomme. Secondo me l'hai uccisa tu e poi hai lasciato le prove a casa di McCaffrey perché le trovassimo.

James: Siamo andati al suo appartamento. McCaffrey era sul tetto. Evelyn aveva rubato il libro e McCaffrey era impazzito quando l'aveva scoperto. Disse... disse che l'avrebbe fatta fuori. Può essere molto cattivo.

Cole: A Evelyn mancava un anello alla mando destra.

James: Questo è strano. Lei lo indossava sempre. Un grosso disco nero con una E bianca nel mezzo. Era fatto con il tasto di una macchina da scrivere. Un regalo degli scenografi del vecchio studio cinematografico.

Cole: Parleremo con McCaffrey. Tu però devi riflettere bene su quello che ci hai detto, Tiernan. Non sei ancora pulito.

Non incriminiamo ancora Tiernan, usciamo piuttosto e raggiungiamo la sala interrogatori 2 per parlare con McCaffrey con in mano il nuovo indizio, accusa di Tiernan.

Cole: Sei pronto a rispondere a qualche domanda?

Grosvenor: Pensa che abbia tutte le risposte?

Cole: La gente che scappa dalla polizia di solito ha qualcosa da nascondere.

Grosvenor: Touché, detective. Vediamo dove andiamo a parare.


Domanda: Alibi di McCaffrey

Cole: Evelyn è morta intorno alla mezzanotte. Ricordamelo... cosa stavi facendo a quell'ora?

Grosvenor: Ero a casa a scrivere. Sto lavorando a un testo.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Stai mentendo McCaffrey. Tu eri al deposito ferroviario.

Grosvenor: E che prove ha che fossi lì?

Prova: Lettera strappata

Cole: Che ne dici della metà dell'ultima lettera di Augusta Summers a sua figlia?

Grosvenor: Cosa sta dicendo?

Cole: Quando hai finito di pestare Evelyn, hai frugato il corpo e hai trovato la lettera di sua madre. L'angoscia di quella vecchia ti ha divertito.

Grosvenor: Non so niente di nessuna lettera o della dannata madre di Evelyn.

Cole: E allora cosa ci faceva sulla tua scrivania?

Grosvenor: Non lo so, ma se non ce l'ho messa io, l'avrà fatto qualcun altro. Provi a mettere in pratica le sue abilità deduttive.


Accesso a una chiave per gomme:

Cole: Abbiamo trovato a casa tua la chiave per gomme con cui Evelyn è stata pestata a morte. E il biglietto di sua madre, e i tuoi vestiti sporchi di sangue. Ti abbiamo incastrato, McCaffrey.

Grosvenor: Pensa che se mi fossi preso la briga di uccidere Evelyn Summers, sarei stato così stupido da lasciare le prove a casa mia?

Interpretazione: Menzogna

Cole: Non ti credo, Grosvenor. Tutte le prove dicono che l'hai uccisa tu.

Grosvenor: Può dimostrare che volevo uccidere Evelyn?

Prova: Accusa di Tiernan

Cole: Tiernan è pronto a testimoniare che hai minacciato Evelyn in sua presenza.

Grosvenor: Istinto di conservazione. Comprensibile. OK, le racconto tutto. Tiernan ha ucciso Evelyn. E' venuto da me per farsi aiutare. Mi ha spiegato perché l'ha fatto.

Cole: Tiernan è venuto da te in cerca di aiuto? Ti aspetti che me la beva?

Grosvenor: E' andata così. Gli ho detto che aveva fatto un terribile errore, ma che avrebbe gettato via la sua vita se fosse andato dalla polizia. Ho preso le sue cose e gli ho detto che le avrei nascoste io.

Rusty: Ma non l'hai fatto.

Grosvenor: Parlate con Tiernan. Vedrete che cederà.

Ancora nessuna incriminazione, ma un altro indizio, l'accusa di McCaffrey. Usciamo nuovamente fuori e usiamo il telefono per ottenere la fedina penale di McCaffrey. Fatto questo torniamo da Tiernan.

James: Avete parlato con McCaffrey? Posso andare? E' tutto chiarito?

Cole: Non proprio. Abbiamo ancora una domanda, James. Penso che dopo avremo finito.

James: Certo, dica pure.


Domanda: Eventi precedenti all'omicidio

Cole: Quindi Evelyn ha perso i sensi e tu te ne sei andato. Cos'è successo dopo?

James: Mi sono svegliato la mattina. La testa mi scoppiava. Pensavo che Evelyn sarebbe tornata...

Interpretazione: Menzogna

Cole: So che stai mentendo, James. Sei uscito a cercarla. Dimmi cos'è successo davvero.

James: Non so di cosa sta parlando. Come fa a dimostrare che non ero in quella camera, in hotel?

Prova: Accusa di McCaffrey

Cole: Sei finito da McCaffrey. Eri ancora incredibilmente sbronzo. Hai perso i sensi sul pavimento di casa sua. E' meglio che tu mi dica esattamente cos'è successo.

James: McCaffrey mi ha svegliato la mattina dopo. Mi ha mostrato la chiave, la lettera e la scatola. E... ha detto che li avevo portati con me ieri notte. Ha detto che avevo ucciso Evelyn... che la radio non parlava d'altro. Si è offerto di proteggermi. Non lo so, detective... io giuro, non ricordo proprio niente. Ero davvero furioso con lei. Avrei potuto farlo. Sono stato io?s

Anche qui, nessuna incriminazione per ora. Torniamo da McCaffrey.

Domanda: Servizio militare

Cole: Sei stato in guerra?

Grosvenor: Sì. Quello che ho visto... può trasformare un uomo. Sono tornato qui determinato a cambiare le cose. Avevo solo bisogno di una penna e dell'opportunità di farmi sentire.

Cole: Ci hai detto che avevi avuto solo qualche piccolo inconveniente con la polizia. Non hai menzionato il furto.

Grosvenor: Non sono mai stato accusato di alcun comportamento violento. E' questo il punto, no?

Interpretazione: Menzogna

Cole: Stai mentendo, McCaffrey. Nel tuo passato ci sono episodi di violenza sulle donne.

Grosvenor: Come può trasformare un po' di multe e qualche piccolo furto in un'accusa di aggressione?

Prova: Fedina penale di McCaffrey

Cole: Sappiamo tutto di te e del tuo congedo con disonore: vicino a Siracusa hai quasi pestato a morte una poveretta. Non sei mai stato sul campo di battaglia, McCaffrey. La tua vita è tutta una truffa.

Grosvenor: Era solo una dannata puttana contadina. Ha cercato di rubare dal mio portafoglio. Avrei potuto combattere per il mio paese. Avrei potuto...

Rusty: L'hai pestata perché aveva rubato le tue cose. Perché aveva cercato di fare la furba...

Grosvenor: L'audacia di quella troia ignorante! Cosa deve fare un uomo? Stare lì e subire? Come fa uno a definirsi un uomo...

Cole: Ed Evelyn Summers, una povera ubriacona senza valore, ha rubato il tuo libro...

Grosvenor: E ha avuto quello che si meritava.

A questo punto, incriminiamo McCaffrey

Cole: Grosvenor McCaffrey, ti accuso dell'omicidio di Evelyn Summers. Era una povera donna che non ha mai fatto male a nessuno se non a se stessa. Spero che Dio trovi il modo di perdonarti.

Conclusa l'incriminazione, la scena si sposterà all'esterno con il capitano pronto a congratularsi con noi.

James: Congratulazioni, ragazzi, avete catturato una bella preda. Un altro rosso eliminato. Meraviglioso. Non pensate a queste chiacchiere sul serial killer. Questo McCaffrey non mostra alcun rimorso e la giuria non avrà pietà di lui. Sarebbe difficile trovare un candidato migliore per una tomba senza nome nel cimitero della prigione.

Si conclude qui questo altro caso con un'incriminazione perfetta ma con qualche dubbio sul fatto che troppa semplicità non è mai un buon presagio. E' evidente che l'assassino della Dalia Nera o un suo emule, magari allievo, è ancora in giro per Los Angeles. Riusciremo a fermarlo?

Cinque stelle

Ogni caso della storia di L.A. Noire viene valutato dal capo del dipartimento con un voto che può andare da un minimo di una ad un massimo di cinque stelle. Minore sarà il tempo perso e maggiore la precisione nel trovare indizi e fare le domande corrette, migliore sarà la valutazione finale che otterremo. Non esistono tempi specifici o obiettivi minimi, tutto sta nel non compiere errori e nel guidare quanto più correttamente possibile in modo tale da non creare danni alla città, all'auto o alle persone. E' possibile ottenere la valutazione a cinque stelle rigiocando lo stesso caso attraverso l'apposita funzione nel menu alla voce Casi - ovviamente l'opzione sarà attiva solo dopo aver ultimato il caso una prima volta.

Uno dei momenti che rischiano pesantemente di far saltare i nervi in questa missione accade nell'appartamento di McCaffrey, la vicina infatti spunterà dentro casa di Grosvenor sempre e comunque dopo aver esaminato la chiave a pipa e non dopo aver esaminato tutti gli indizi. La comparsa della donna dunque in molti casi comporta la perdita di un indizio, la seconda parte della lettera, cosa che non ci permetterà di chiudere il caso correttamente. Tolto poi l'interrogatorio finale di Grosvenor, dove bisogna individuare la boria prima della menzogna, il caso si presenta semplice e con indizi sempre ben chiari da individuare. Facciamo dunque attenzione alle fasi di guida e non lasciamo mai un luogo se questo non viene cancellato dal nostro taccuino.

Video

Qui di seguito potete visionare il video in formato 720p HD della missione - il video è una guida visiva a quanto bisogna fare durante la missione per concluderla al meglio. Il video mostra il completamento della missione con la tattica ideale per ottenere le cinque stelle come valutazione finale del lavoro, il video pertanto mostrerà tutti i filmati, gli indizi, gli interrogatori e le fasi di guida seguendo le strade migliori da percorrere per raggiungere ogni punto di interesse all'interno del caso.



Warning: include(/home/gtaser/my_domains/lanoire/scripts/addthis.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 141

Warning: include(): Failed opening '/home/gtaser/my_domains/lanoire/scripts/addthis.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 141

Warning: include(/home/network/public_html/ads-stats-ugo-network/ads-300x250.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 143

Warning: include(): Failed opening '/home/network/public_html/ads-stats-ugo-network/ads-300x250.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 143