Warning: include(/home/gtaser/my_domains/lanoire/www/it/la-noire/guida-menu.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/la-noire/guida-caso-11.php on line 1

Warning: include(): Failed opening '/home/gtaser/my_domains/lanoire/www/it/la-noire/guida-menu.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/la-noire/guida-caso-11.php on line 1

La scarpa bianca

The White Shoe Slaying
Dipartimento: Omicidi - Divisione centrale | Indizi: 17 | Domande: 17 | 100%:

Eccoci al quarto caso della omicidi, anche qui la vittima si presenta inizialmente come un nuovo colpo dell'assassino della Dalia, ma diversi particolari ed indizi punteranno ad un modus operandi differente. Che si sia dunque finalmente giunti alla fine del Lupo Mannaro?

James: Buongiorno, signori. Ed è veramente una buona giornata, oggi. Abbiamo ragione di festeggiare. Galloway e Phelps hanno mandato un altro demonio a San Quintino. Un bel processo appariscente, poi finirà nella camera a gas, dove quel suo cervellino da rettile finirà affumicato. Ma ora mettiamoci al lavoro. Galloway e Phelps, questo è per voi. L'indirizzo è sulla collina, a North Downtown, fuori dalla Fremont Avenue.

Concluso il briefing otterrremo una nuova persona, la vittima dell'omicidio, il luogo scena del crimine e l'obiettivo indaga sulla scena del crimine. Usciamo dalla stazione di polizia, facciamo salire il nostro compagno ed eseguiamo un'inversione di marcia girando successivamente a destra in modo da attraversare il tunnel di Hill Street. Superato il tunnel, giriamo a sinistra e restiamo su questa strada finché non raggiungeremo un'auto della polizia che ci farà da apripista per la scena del crimine. Giunti sul posto ci sarà il solito resoconto dei fatti con il poliziotto di pattuglia.

Scena del crimine

Agente: Detective.

Cole: Phelps e Galloway, Omicidi.

Agente: La scena è sicura. Gli altri agenti stanno bussando a tutte le porte in cerca di testimoni.

Cole: Grazie. Tenetemi informato.

Agente: Certo, detective.

Lasciato il poliziotto, Cole e Rusty raggiungeranno Ray e Malcolm.

Cole: Questa scena è terribilmente familiare.

Malcolm: Penso che anche i ragazzi dell'Examiner abbiano avuto la stessa impressione.

Rusty: Non c'è niente di nuovo sotto il sole. Perché gli omicidi dovrebbero fare eccezione?

Cole: Cos'abbiamo qui?

Ray: Non ci sono molte tracce. Ieri sera intorno alle 10 c'è stato un acquazzone che si è portato via quasi tutto.

Cole: E il corpo?

Malcolm: Dai segni di pneumatici e dalle ferite superficiali sembra sia stata scaricata da un'automobile. Strangolata con un pezzo di corda. E scommetto che è ancora una treccia tripla.

Cole: Ora del decesso?

Malcolm: Dalla temperatura direi le 2 di notte. Però ieri faceva freddo.

Cole: Le solite ferite alla testa.

Malcolm: Trauma da corpo contundente. Picchiata in testa, poi strangolata e mutilata. Nessun messaggio, stavolta.

Cole: Almeno le ha lasciato i vestiti addosso.

Malcolm: Dubito che si sia preoccupato della sua dignità.

Cole: Il vestito di seta verde è molto raffinato. Qualche segno dell'altra scarpa?

Malcolm: No. Mancano pure la borsetta e tutti gli effetti personali.

Ultimato il filmato otterremo l'ora del decesso, raggiungiamo poi il corpo ed esaminiamo la testa spostandola prima a sinistra e subito dopo a destra in modo tale da mostrare l'etichetta della lavanderia sul colletto dell'abito, cosa che ci fornirà un nuovo luogo, la lavanderia Superior. Raccolto l'indizio, lasciamo il corpo ed esaminiamo i marker B e C per notare le impronte di stivali e le tracce di pneumatici. Conclusa l'analisi degli indizi, usciamo dalla scena del crimine muovendoci verso il gamwell, ma raggiunto quasi il nostro obiettivo verremo interroti da un filmato.

Enrique: Detective? Mi sono lavorato le case dall'altra parte della strada. Questa signora pensa di avere qualcosa da dire.

Cole: Detective Phelps, LAPD.

Catherine: Sono la signora Barton. Catherine Barton. Abito proprio dall'altra parte della strada.


Domanda: Persone sospette

Cole: Ha visto qualcuno nei dintorni ieri notte?

Catherine: Non di notte, ma di sera, nella prima serata. Quell'orribile vagabondo.

Interpretazione: Verità

Cole: Sa darmi una descrizione?

Catherine: Alto, secco, orribilmente sfigurato. Forse ha avuto un incidente in guerra. E' un uomo spaventoso, sempre arrabbiato.

Cole: Ha idea di dove possiamo trovarlo?

Catherine: In uno degli accampamenti di barboni nei dintorni. E' una specie di capo, lo seguono tutti.

Cole: Grazie, signora. Ci è stata di grande aiuto.

Catherine: Certo, tutto quello che posso. Non sopporto il pensiero di non fare nulla dopo che è accaduta una cosa tanto orribile.

Concluso l'interrogatorio aggiungeremo la signora Catherine Barton e il Vagabondo, che si aggiornerà in Uomo sfigurato tra le persone coinvolte sul caso. Ottenuto anche l'obiettivo rintraccia il sospetto sfigurato e il luogo accampamento dei barboni raggiungiamo il gamwell in modo da ottenere dagli archivi della polizia l'indirizzo della lavanderia Superior e quello dell'accampamento dei barboni. Conclusa la chiamata riceveremo l'obiettivo indaga alla lavanderia superior, raggiungiamo dunque la nostra auto di servizio e dirigiamoci al 1260 di West First Street.

Usciamo dalla scena del crimine e proseguiamo sulla strada di fronte all'uscita sino all'incrocio con la prima strada - settima traversa a destra. Raggiunta la prima strada andiamo a destra e proseguiamo dritti sino alla lavanderia. Giunti sul posto lasciamo l'auto ed entriamo nella lavanderia raggiungendo il bancone in fondo al negozio.

Lavanderia Superior

Cole: Phelps e Galloway, LAPD. Stiamo lavorando su un caso e abbiamo trovato una delle vostre etichette. F1363.

Tan: Datemi un minuto, vado a cercare il registro, così potrete dare un'occhiata.

Preso il registro, il proprietario della lavanderia lo lascerà sul bancone dandoci modo di consultarlo direttamente.

Tan: Guardate voi stessi. Io ho degli abiti da stirare.

Ottenuti i comandi apriamo il registro della lavanderia e consultiamo la nona riga della prima pagina, quella indicata con il biglietto F1363. Consultata la riga aggiorneremo lo stato della vittima in T. Taraldsen, il domicilio 43 Emerald Street ed otterremo l'obiettivo indaga a casa dei Taraldsen. Ottenute le informazioni, sganciamoci dal registro e usciamo dalla lavanderia salendo successivamente in auto per dirigerci a Westlake, a casa dei Taraldsen. Una volta in auto andiamo a destra al primo incrocio e da qui proseguiamo sulla strada superando l'incrocio con la seconda strada raggiungendo così la casa della nostra vittima.

43 Emeral Street

Lars: Ehi? Sì?

Cole: Detective Phelps e Galloway. Sua moglie è in casa, signore?

Lars: Mia moglie è uscita ieri notte e non è più tornata.

Cole: Può descrivere sua moglie e quello che indossava?

Lars: Eravamo a casa di un amico, Bobby Ross, per una festa, perciò si era messa in tiro. Aveva un vestito di seta verde e scarpe bianche aperte davanti. Sono le sue preferite.

Cole: Possiamo entrare, signor Taraldsen? Temo che abbiamo brutte notizie per lei. C'è qualcuno che si può occupare delle bambini, signor Taraldsen?

Lars: Ho cercato di organizzarmi con una babysitter. Sentite, ditemi cosa sta succedendo.

Cole: Temo che sua moglie sia stata uccisa ieri notte. Il suo corpo è stato trovato stamattina. Siamo desolati. So che è un momento difficile, signor Taraldsen, ma dovrà rispondere a qualche domanda. Per prima cosa dovremo dare un'occhiata in giro.

Lars: E perché? Non penserete che...

Rusty: E' la procedura. Occupati delle bambine.

Lars si alzerà da divano portando entrambe le bambine in cucina.

Lars: State qui finché il papà non avrà finito di parlare con questi signori.

Bambina #1: Dov'è mammina?

Lars: Andrà tutto bene, tesoro.

Bambina #2: Vogliamo che adesso la mamma torna a casa, papino.

Aggiunto Lars Taraldsen e Bobby Ross tra le persone ed aggiornata la casa dei Taraldsen ci tocca andare in cerca di indizi. Andiamo nella camera da letto a sinistra e sopra la cassettiera, ai piedi del letto, esaminiamo la scatola dei fiammiferi ottenendo così il luogo Baron's Bar e il relativo obietivo indaga al Baron's Bar. Posati i fiammiferi guardiamo la fotografia girata, sempre sopra la cassettiera, dopodiché usciamo dalla camera da letto e raggiungiamo la lavanderia di fianco alla cucina dove dovremo esaminare giacca bagnata sulla porta, gli scarponi infangati vicino la caldaia, la borsetta della vittima di fianco al lavandino controllando al suo interno la patente in modo da aggiornare lo stato della vittima in Theresa Taraldsen. Ultimata l'analisi, usciamo di casa affiancando la barca Eva ed esaminiamo a prua la crima d'ormeggio. Fatto questo, torniamo in casa ed interroghiamo Lars Taraldsen.

Cole: Signor Taraldsen, come si chiamava sua moglie?

Lars: Theresa.


Domanda: Possibili sospetti?

Cole: Conosce qualcuno che poteva avercela con sua moglie?

Lars: No. No. Tutti adoravano Theresa. Era così piena di vita. Non può essere stato qualcuno che la conosceva.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Secondo me sta mentendo, Lars. Penso che era arrabbiato con sua moglie per averla messa in imbarazzo davanti agli amici, così è tornato qui, l'ha strangolata e poi ha scaricato il corpo sulla collina.

Lars: Crede che abbia strangolato mia moglie? Come pensa di provarlo?

Prova: Cima d'ormeggio

Cole: Sua moglie è stata strangolata con una corda a treccia tripla. Quella sulla barca corrisponde alla perfezione.

Lars: Guardi, lo so che la situazione è brutta. Dovrò convivere con il rimorso di averla lasciata andare da sola.


Domanda: Alibi di Lars Taraldsen

Cole: Ha detto che siete andati a una festa da Bobby Ross?

Lars: Esatto, c'erano parecchie persone. Ci stavamo divertendo, ma poi lei ha detto che si era stufata e ha deciso di andarsene.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Lei ha lasciato che sua moglie, sbronza, lasciasse la festa e se ne andasse via da sola?

Lars: Senta, ero arrabbiato. Io mi stavo divertendo e lei ha rovinato tutto. Dovevamo fare sempre come voleva lei. Ieri sera voleva andare a ballare.

Cole: Ha qualche idea di dove sia andata?

Lars: Dove va sempre. In un bar su North Beaudry Avenue, il Baron's Bar. Lei va lì, beve troppo, diventa malinconica e mi telefona. Io vado e la riporto a casa.


Domanda: Stato d'animo della vittima

Cole: Signor Taraldsen, Theresa era felice con lei?

Lars: Sì, penso di sì.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Sputi il rospo, Taraldsen. La sua situazione non è buona, quindi è meglio se ci da qualcosa.

Lars: Siamo alla festa, lei si è fatta qualche drink, dice che ha voglia di ballare. La babysitter sta solo fino alle 9. Io mi arrabbio, le dico di andare pure, ma che io resto. Lei se ne va infuriata. Ehi, stavo vincendo a carte. Non vinco praticamente mai. L'ho sposata perché era divertente, ma cazzo, ormai mi fa impazzire.

Cole: A che ora se n'è andata dalla festa?

Lars: Intorno alle 8.30, forse un po' prima.


Domanda: Ultimo contatto con la vittima

Cole: Quand'è stata l'ultima volta che ha visto sua moglie?

Lars: Intorno alle 8.30. La partita era agli sgoccioli, ho finito la mano, sono venuto qui, ho pagato la babysitter e sono andato a letto.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Sta mentendo, Lars. Non è tornato direttamente a casa, vero?

Lars: E come fa a saperlo?

Prova: Giacca bagnata

Cole: Lei è stato fuori sotto l'acquazzone. Era fradicio, Lars. Abbiamo trovato gli indumenti da pioggia.

Lars: OK, sono rimasto un po' più a lungo. C'era una brunetta carina che mi faceva gli occhi dolci. Theresa l'aveva notato. Io ero mezzo brillo. L'ho accompagnata a casa a piedi, ma non è successo niente. Sono tornato stamattina a riprendere la macchina.

Cole: Grazie per aver risposto alle nostre domande, signor Taraldsen. Dovrà andare a identificare il corpo di sua moglie.

Lars: Avrei dovuto portarla a ballare.

Rusty: Nella mia esperienza, amico, se la dai vinta una volta a una donna finirai per fare quello che vuole lei per tutta la vita.

Concluso l'interrogatorio raggiungiamo il telefono e mettiamoci in contatto con la centrale in modo da inviare una pattuglia a casa di Bobby Ross in modo tale da confermare o invalidare l'alibi del marito. Ultimata la chiamata, usciamo fuori da casa Taraldsen e dirigiamoci al Baron's Bar al 114 di North Beaudry Avenue. Saliti in auto proseguiamo dritti sino all'incrocio, andiamo a sinistra e percorriamo la strada sino all'incrocio con la seconda strada. Qui andiamo a destra, superiamo il primo incrocio e giriamo a sinistra al secondo trovandoci così su Beaudry Avenue. Proseguiamo dritti lungo la strada dunque e raggiungeremo il nostro bar.

Baron's Bar

Benny: Signori. Cosa vi servo?

Cole: Phelps e Galloway, LAPD.

Benny: Io sono Benny Cluff. Siete qui per Theresa Taraldsen?

Cole: Esatto.

Benny: L'ho sentito alla radio. Dicono che è stato ancora quel maniaco della Dalia Nera. Dannazione. Ho chiamato quella sua specie di marito, ma la babysitter ha detto che era fuori.

Cole: Se non le spiace, abbiamo qualche domanda da farle.


Domanda: Ultimo contatto con la vittima

Cole: A che ora è andata via Theresa?

Benny: Intorno alle 10.30, credo.

Interpretazione: Verità

Cole: A piedi, in macchina, con l'autobus? Come?

Benny: Ha chiamato un taxi.

Cole: Ricorda il numero?

Benny: Certo. Mi piaceva Theresa. Beveva solo quando le cose non andavano bene a casa sua. Ero preoccupato per lei.


Domanda: Sospetto maschio, vagabondo

Cole: Con chi era lei? Abbiamo avuto segnalazioni di un vagabondo alto e scarno. Magari era qui, ieri notte?

Benny: Qui di gente disperata ne entra tanta, ma nessun tipo del genere.

Interpretazione: Dubbio

Cole: E' probabile che l'assassino sia l'uomo con cui è uscita da qui. Parli, Benny.

Benny: OK, due tipi viscidi le stavano addosso. Promettevano di portarla a ballare.

Cole: Li ha guardati bene?

Benny: Certo che sì. Uno era un marinaio, aveva l'uniforme. Sul cappello c'era scritto "USS Indiana".

Cole: E l'altro uomo?

Benny: L'altro è Richard Bates. E' seduto nel retro in questo momento. Quello con la polo rossa.


Domanda: Yellow Cab 3591

Cole: Qualche idea della sua destinazione?

Benny: No. Quello non l'ho sentito.

Interpretazione: Verità

Cole: Il marito dice che voleva andare a ballare.

Benny: Quando beve vuole sempre ballare. Stava cercando di convincere dei ragazzi a portarla da qualche parte.

Cole: Grazie per il suo aiuto, signor Cluff. Ce ne occuperemo noi

Benny: Ehi, nessun problema.

Oltre ad aggiungere Benny Cluff, il Marinaio e Richard Bates tra le persone coinvolte nel caso, otterremo anche l'indizio Yellow Cab 3591 con l'obiettivo trova il taxi Yellow Cab 3591 e rintraccia il marinaio. Di certo non una deposizione povera di dettagli quella del barista Benny. Conclusa la deposizione però non si concluderà il filmato.

Rusty: Questo è Bates?

Benny: E' lui.

Rusty: LAPD. Non pensarci neanche a scappare, coglione.

Concluso il filmato otterremo come obiettivo arresta Richard Bates, l'uomo infatti sta tentando la fuga e noi dovremo fermarlo. Corriamo dunque fuori dal bar, saltiamo il muretto ed entriamo a bordo dell'auto che si fermerà al centro della strada in modo tale da poter inseguire Bates che salirà a bordo di un furgoncino. Restiamo dietro il nostro ricercato finché non ritorneremo su Beaudry Avenue. Qui affianchiamo e lasciamo a Rusty, come sempre, il compito di fermare il sospettato sparando alle gomme del mezzo. Ultimato l'inseguimento, scatterà l'interrogatorio.

Cole: OK, Bates. Ora dovrai rispondere a qualche domanda.

Richard: Ho forse un'altra scelta?


Domanda: Contatto con la vittima

Cole: Ieri notte stavi bevendo al bar con una signora. Ora lei è morta e la tua faccia è segnata.

Richard: Non c'entro con quella storia. Lei preferiva il marinaio. Cercate lui. Abbiamo finito?

Interpretazione: Dubbio

Cole: Vuoi che il mio partner te le suoni? Dicci quello che vogliamo sapere.

Richard: Era una tipa a posto. Sbronza, incazzata con il suo uomo, voleva ballare. Pensavo di lavorarmela con qualche altro drink e andare al sodo. Il vostro marinaretto a quanto pare aveva la stessa idea.


Domanda: Ricostruzione dei movimenti

Cole: Allora, cos'è successo quando avete lasciato il bar?

Richard: Il marinaio m'ha steso con un cazzotto. A tradimento. Dopodiché non lo so.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Sei stato dentro, vero, Richard? Per questo volevi scappare?

Richard: Sono fuori sulla parola.

Rusty: Per quale reato?

Richard: Stupro. Ehi, io ero lì sdraiato sul marciapiede. Lui ha chiamato un taxi e c'è saltato dentro con la ragazza.

Cole: Ti portiamo dentro Bates.

Richard: E perché mai?

Rusty: Una bella chiacchierata. In privato. Ti illustrerò la mia teoria. Il pervertito perde il pelo ma non il vizio.

Cole: Portalo alla centrale. E' un testimone in un caso di omicidio. Mettilo in una cella accogliente.

Rusty: Richard conosce già la procedura.

Ultimato il filmato e l'interrogatorio raggiungiamo il più vicino telefono o gamwell - cambia a seconda della posizione in cui abbiamo fermato Bates - in modo da diramare un ordine di cattura per il taxi Yellow Cab numero 3591 e sapere che James Jessop, il nostro marinaio, si è presentato volontariamente in centrale per fornire informazioni rilevanti sul caso. Ultimata la chiamata dunque aggiorneremo lo stato del marinaio in James Jessop ed otterremo l'obiettivo relativo interroga James Jessop.

Saliamo in auto e dirigiamoci verso la centrale, ma teniamo l'orecchio teso verso la radio che ci informerà dopo pochi metri sulla posizione del nostro taxi, generalmente sempre in movimento tra la settima strada e la nona all'alteza di Witmer Street. Da Beaudry Avenue, strada in cui generalmente ci troveremo a questo punto, raggiungere il taxi non è difficile, basta fare una inversione a U, proseguire dritti sino all'incrocio con Wilshire e qui girare a destra seguendo poi le indicazioni date dalla radio. Raggiunto il taxi attiviamo la sirena e stiamogli dietro o fermiamoci di fronte in modo da bloccare la sua corsa ed obbligare il guidatore a scendere per essere interrogato.

Cole: LAPD. Stiamo indagando su un omicidio.

Tassista: E che cosa c'entro io?

Cole: La donna che ha lasciato il Baron's Bar la notte scorsa... cosa indossava?

Tassista: Era un vestito verde. Oh, non ditemi che le è successo qualcosa.

Cole: Mi dica tutto quello che sa.

Tassista: Era con un marinaio che non le toglieva le mani di dosso. Lei però non voleva saperne, diceva che aveva solo voglia di ballare. Ma lui aveva uno sguardo strano.

Cole: Dove li ha scaricati?

Tassista: Al Crystal Ballroom.

Cole: A che ora?

Tassista: Uhm... dopo mezzanotte. Mezzanotte e mezza? Più o meno.

Cole: Grazie. E' stato di grande aiuto.

Tassista: Beh, questo mi ha proprio rovinato la giornata.

Conclusa la chiaccherata con il tassista, otterremo l'indizio spostamenti della vittima. Risaliamo dunque in auto e raggiungiamo stavolta la centrale di polizia in modo tale da interrogare il nostro marinaio dalle mani lunghe e lo sguardo strano. Dare indicazioni sulla strada non è molto utile dato che il punto in cui fermeremo il taxi cambia a seconda della nostra rapidità. Considerando comunque mediamente l'intervento su Witmer Street, ci sarà sufficente raggiungere la sesta strada, percorrerla in direzione sud sino ad Hill Street, l'incrocio sud di Pershing Square, e qui girare a sinistra in modo da raggiungere poi tranquillamente la Stazione di Polizia.

Statione centrale di Polizia

Mel: E' nella sala interrogatori numero due.

Cole: Grazie. Che impressione ti ha fatto?

Mel: Marinaio in licenza che si è cacciato nei guai, e lo sa.

Lasciato il comandante Mel, raggiungiamo la sala interrogatori 2 e mettiamo sotto torchio il nostro marinaio.

Cole: Detective Phelps e Galloway. Sappiamo perché sei qui, Jessop, perciò sarà meglio che rispondi sinceremente a tutte le nostre domande.

James: Non voglio grane, sono venuto proprio per questo. Ho sentito alla radio che quella donna è stata uccisa. Ho subito chiesto un permesso al mio ufficiale per venire qui.

Rusty: Allora perché l'hai uccisa?

James: Non ho ucciso nessuno. Ascoltate, dovete credermi.

Cole: Cominciamo dal principio.


Domanda: Contatto con la vittima

Cole: Sei andato al Baron's Bar. A che ora sei arrivato?

James: Avevo una licenza di 24 ore, sono arrivato lì intorno alle 7.

Cole: E hai incontrato Theresa Taraldsen?

James: Certo. Ci siamo fatti un paio di drink.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Così hai cercato di scoparti una donna completamente sbronza?

James: Guardi, non ne vado fiero, però non le ho torto un capello.

Cole: L'hai portata a ballare?

James: Esatto. Abbiamo preso un taxi per il Crystal Ballroom.


Domanda: Incidente con Bates

Cole: Hai preso a pugni Richard Bates per la signora Taraldsen.

James: L'avete incontrato? Quello sì che è un verme. Dovreste concentrarvi su di lui per questa storia.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Lui accusa proprio te, Jessop.

James: Io avevo una sola notte prima di tornare sulla bagnarola. Lui, tutto il tempo del mondo. L'ho steso, è vero, e lo rifarei. Lei stava molto meglio con me.

Cole: Certo. Sei un limpido esempio di cavalleria, Jessop.


Domanda: Movimenti prima dell'omicidio

Cole: Dove siete andati dopo il Crystal Ballroom?

James: Penso che a quel punto le fosse passata la voglia. Lei ha preso un taxi e io l'autobus per tornare al porto.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Abbiamo parlato con il tassista. Vogliamo sapere cos'è successo veramente al Crystal Ballroom.

James: Ormai ne avevo abbastanza. Era tutta presa dal marito, dalle figlie. Sembrava vecchia. Siamo andati via intorno all'ora di chiusura. Forse all'1:30? Abbiamo preso un autobus e lei si è addormentata sulla mia spalla.

Cole: Quale autobus?

James: Un All American, il 249. Passava di fronte a casa sua. Lei è scesa, io sono rimasto su fino a Downtown. Da lì ho preso un altro bus per San Pedro. L'Indiana è laggiù, la stanno smantellando.

Cole: E questa è stata l'ultima volta in cui hai visto Theresa?

James: Sì, esatto. Lei non ha parlato molto. Penso che si sentisse un po' in imbarazzo.


Domanda: Corsa in taxi con la vittima

Cole: Il tassista dice che non riuscivi a tenere le mani lontane da Theresa.

James: Io non la metterei così.

Interpretazione: Dubbio

Cole: L'ultima cosa che cercavi era una che facesse la difficile. Questo ti ha fatto arrabbiare, marinaio?

James: Certo che sì. Lei sapeva bene che cosa cerca un uomo. Tutte le donne lo sanno. Altro che ballare.

Cole: E cos'è successo al Crystal Ballroom?

James: Niente. Neppure un po' di gioco di mano. Lei si è fatta un altro paio di drink, ma non era più divertente. Si è messa a raccontare la sua vita a un barista.


Cole: Ti tratteniamo finché non abbiamo la conferma del conducente.

James: Ecco. Il mio ufficiale me l'aveva detto.

Lasciata la sala interregatori Phelps si rivolverà ad un agente della centrale.

Cole: Puoi mettere in una cella il tizio in sala 2 e avvertire il comandante?

Agente #1: Certo, detective.

Prima di uscire però un altro agente ci fermerà dandoci un messaggio.

Agente #2: Ho un messaggio per lei. Il suo vagabondo sfigurato è stato avvistato sulla Grand, tra Temple e Sunset. E sembra che abbia dei precedenti. E' ricercato per due aggressioni a sfondo sessuale.

Cole: Grazie.

Concluso l'interrogatorio avremo un nuovo indizio, l'All American 249, il presunto alibi del nostro marinaio e un nuovo obiettivo, indaga all'accampamento dei barboni. Prima di raggiungere l'accampamento dei barboni però lasciamo finire a Rusty il suo discorso così da ottenere l'indirizzo del deposito di autobus, il 1660 di Beverly Boulevard. Ottenuto il nuovo luogo, deposito degli autobus e il nuovo obiettivo indaga al deposito di autobus, saltiamo in auto e dirigiamoci al 1660 di Beverly Boulevard, facciamo dunque una inversione di marcia e proseguiamo lungo la prima strada risalendo la salita e superando il ponte. Il deposito degli autobus si trova a poca distanza dalla scuola superiore Belmont che abbiamo visitato nel caso precedente. Giunti al deposito, entriamo dentro la stazione e parliamo con la donna anziana al banco.

Deposito degli autobus

Commessa: Grazie a lei, signora. Faccia un buon viaggio. Dove andate oggi, ragazzi?

Cole: LAPD. Stiamo cercando il conducente dell'All American 249. Ci interessa il turno di ieri, da mezzanotte in poi.

Commessa: Solo un minuto. Frank Zeferelli. E' lui il vostro uomo.

Cole: Dove possiamo trovarlo?

Commessa: Frank è fuori sul 74.

Cole: Può dirci il percorso?

Commessa: Un secondo, dovrei avere la mappa qui da qualche parte.

Aggiunto Frank Zeferelli alle persone coinvolte, prendiamo la mappa degli itinerari degli autobus ottenendo così l'obiettivo trova il bus All American 74. Ottenututi i comandi saliamo in auto e facciamo una inversione a U dopodiché attiviamo la sirena e percorriamo la strada segnata di rosso sul radar finché non raggiungeremo l'autobus della All American. Non esiste un luogo preciso dove troveremo il mezzo, questo infatti si muove e il punto in cui lo incontreremo dipende solo da quanto rapidi saremo a raggiungerlo. Una volta avvistato il mezzo, mettiamoci dietro o blocchiamolo fermandoci davanti, come fatto con il taxi, in modo da far scendere l'autista e parlargli.

Cole: LAPD. Stiamo indagando su un omicidio. Ha portato sull'autobus un marinaio e una donna con un vestito verde ieri notte, vero?

Frank: Sì, è così.

Cole: E la donna è scesa prima? Intorno alle 2?

Frank: Sì, esatto. E il marinaio è rimasto a bordo per tutto il tragitto fino a Downtown.

Cole: Ci può dire dove è scesa la donna?

Frank: Su California Street. per la verità sembrava un po' persa come se avesse sbagliato fermata o qualcosa del genere. Non mi ha fatto piacere farla scendere così vicino a quell'accampamento dei barboni.

Cole: Lei ci è stato di grande aiuto, signor Zeferelli.

Conclusa la discussione con l'autista del bus otterremo l'ennesimo indizio del caso, l'ultimo avvistamento della vittima. Non ci resta dunque che raggiungere l'accampamento dei barboni adesso, sotto il ponte di Grand Avenue - ci siamo passati di fronte nel nostro sesto caso, all'inizio dell'inseguimento di Shelton. Giunti sul posto si attiverà un filmato.

Accampamento dei barboni

Cole: LAPD. Vogliamo solo fare quattro chiacchiere.

Stuart: Risparmiatele per qualcuno a cui interessano. Questi fascisti sono venuti a cacciarci via e a rubare quel poco che ci resta.

Cole: Con sei colpi non faremo molto, qui.

Rusty: Devi restare calmo, Phelps. Dobbiamo tener duro finché non arriva la cavalleria.

Cole: E come facciamo?

Rusty: Così.

Con Rusty che darà il via alle danze sparando con il suo fucile a pompa, si avvierà una lotta corpo a corpo in cui il nostro obiettivo è mandare a terra e arrestare il sospetto sfigurato. Facciamo particolamente attenzione ai dritti e sfruttiamo molto i contrattacchi che ci consentiranno di mandare a terra il nostro avversario in men che non si dica. Vinta la lotta, partirà il solito filmato.

Cole: Come ti chiami?

Stuart: Compagno Stalin.

Cole: Molto divertente. Lo scopriremo cercando nei tuoi effetti personali.

Stuart: Stuart Ackerman.

Cole: Sei sospettato di omicidio, Ackerman. Ti portiamo in centrale.

Stuart: Voi non potete farmi nulla che i giapponesi non mi abbiano già fatto.

Aggiornata la persona del vagabondo sfigurato in Stuart Ackerman entriamo all'interno della baracca di fronte a noi e a sinistra esaminiamo il pezzo di corda insanguinata sopra il comodino, il borsellino verde con le iniziali TT dorate al cui interno troveremo il biglietto del Crystall Ballroom. Raccolti gli indizi, otterremo l'obiettivo interroga Stuart Ackerman, prima di dirigerci in centrale però andiamo a destra ed esaminiamo sopra le casse l'ennesimo giornale. Visto il filmato, usciamo dalla baracca di Stuart, torniamo in auto e raggiungiamo la centrale per interrogare il nostro sospettato. Una volta in auto andiamo a sinistra e nuovamente a sinistra, percorriamo dunque la strada ampia sino all'incrocio con Hill Street - riconoscibile dal tunnel - e giriamo a destra in modo da raggiungere la centrale di polizia

Stazione centrale di polizia

Cole: Ackerman, tu eri nei Marine?

Stuart: Come fai a saperlo?

Cole: Gli addetti ai lanciafiamme erano sempre i ragazzi più grossi. E' così che ti sei bruciato.

Stuart: Con un lanciafiamme in mano l'aspettativa di vita sul campo era di cinque minuti. Quale paese può mettere un simile peso sulle spalle di un uomo?

Cole: Su questo non discuto. Era un fardello pesante.

Rusty: Hai pietà di questo coglione puzzolente?


Domanda: Movente per l'omicidio

Cole: Perché hai ucciso la signora Taraldsen?

Stuart: Non ricordo le persone che ho ucciso.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Odi le donne, Ackerman?

Stuart: Più di quanto tu possa mai immaginare.

Cole: E quanto odiavi la signora Taraldsen?

Stuart: Mi struggo per mettere il mio seme dentro di loro. Dopo, diventano inutili.


Domanda: Contatto con la vittima

Cole: La signora Taraldsen è scesa dall'autobus vicino all'accampamento intorno alle 2. Perché l'hai portata in cima alla collina?

Stuart: Quale collina? Io ho molti posti. Vado dove voglio.

Interpretazione: Dubbio

Cole: E' chiaro che sei alienato, Ackerman. Lo Stato della California non manda a morte i malati di mente.

Stuart: Non conosco i nomi delle donne che ho ucciso, ma ne ho uccise molte. Hanno un collo così esile.


Domanda: Alibi di Stuart Ackerman

Cole: Dov'eri ieri notte, intorno alle 2?

Stuart: All'accampamento.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Eri sulla collina. Sei stato visto durante il giorno. Abbiamo testimoni e prove concrete. Parla, dimmi tutto, Ackerman, e vedrò cosa posso fare per te.

Stuart: Io diprezzo la tua pietà. Non hai nulla che mi colleghi a questa donna.

Prova: Borsellino

Cole: Ti abbiamo in pugno, Ackerman. Nel tuo rifugio c'era il suo borsellino e il biglietto della sala da ballo. Dicci perché l'hai fatto.

Stuart: Io uccido la gente che dev'essere uccisa. Sono stato addestrato per questo.


Cole: Stuart Ackerman, ti incrimino per l'omicidio di Theresa Taraldsen.

Concluso l'interrogatorio e incriminato Ackerman si concluderà il nostro caso mostrandoci in un filmato l'incarcerazione di Ackerman e il resoconto del capitano subito dopo.

James: Un uomo disperato lo posso capire, ma uno sporco rosso che sceglie di vivere al di fuori delle regole della società mi dà il voltastomaco. Forse la povera Theresa Taraldsen servirà da catalizzatore. Ho parlato al capo della polizia e al sindaco, è ora di mandare qualcuno a sgombrare quei senza Dio e di cacciarli fuori dalla contea. Sarà un grande giorno, signori, e un grande risultato ottenuto grazie a voi. Voi due state diventando rapidamente i miei crociati più valenti.

Cinque stelle

Ogni caso della storia di L.A. Noire viene valutato dal capo del dipartimento con un voto che può andare da un minimo di una ad un massimo di cinque stelle. Minore sarà il tempo perso e maggiore la precisione nel trovare indizi e fare le domande corrette, migliore sarà la valutazione finale che otterremo. Non esistono tempi specifici o obiettivi minimi, tutto sta nel non compiere errori e nel guidare quanto più correttamente possibile in modo tale da non creare danni alla città, all'auto o alle persone. E' possibile ottenere la valutazione a cinque stelle rigiocando lo stesso caso attraverso l'apposita funzione nel menu alla voce Casi - ovviamente l'opzione sarà attiva solo dopo aver ultimato il caso una prima volta.

Farsi scappare la valutazione massima in questo caso è cosa semplice, soprattutto se siamo abituati a far guidare il nostro compagno. Basta infatti non ascoltare la radio e quindi non fermare il taxi che perderemo un paio di domande e diversi indizi per strada dato che non avremo modo di discutere con il tassista e di conseguenza non ci verrà dato modo di ottenere le informazioni in merito all'autobus preso da Theresa e dal marinaio. E' sufficente dunque guidare direttamente dopo aver segnalato il taxi a KGPL per avere la tranquillità di ottenere tutti gli indizi, ma ovviamente facciamo attenzione alla nostra guida, troppi danni ad auto, città e pedoni abbasseranno la nostra valutazione.

Video

Qui di seguito potete visionare il video in formato 720p HD della missione - il video è una guida visiva a quanto bisogna fare durante la missione per concluderla al meglio. Il video mostra il completamento della missione con la tattica ideale per ottenere le cinque stelle come valutazione finale del lavoro, il video pertanto mostrerà tutti i filmati, gli indizi, gli interrogatori e le fasi di guida seguendo le strade migliori da percorrere per raggiungere ogni punto di interesse all'interno del caso.



Warning: include(/home/gtaser/my_domains/lanoire/scripts/addthis.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 141

Warning: include(): Failed opening '/home/gtaser/my_domains/lanoire/scripts/addthis.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 141

Warning: include(/home/network/public_html/ads-stats-ugo-network/ads-300x250.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 143

Warning: include(): Failed opening '/home/network/public_html/ads-stats-ugo-network/ads-300x250.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 143