Warning: include(/home/gtaser/my_domains/lanoire/www/it/la-noire/guida-menu.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/la-noire/guida-caso-08.php on line 1

Warning: include(): Failed opening '/home/gtaser/my_domains/lanoire/www/it/la-noire/guida-menu.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/la-noire/guida-caso-08.php on line 1

L'omicidio del rossetto

The Red Lipstick Murder
Dipartimento: Omicidi - Divisione centrale | Indizi: 19 | Domande: 10 | 100%:

A sei mesi dalla nostra promozione al dipartimento Furti verremo nuovamente promossi e questa volta il nostro campo di battaglia è il dipartimento Omicidi, il top dei reparti investigativi di Los Angeles. Forse però non è proprio il momento adatto per passare alla omicidi, un serial killer sta infestando le strade di LA e a noi toccherà trovarlo e fermarlo una volta per tutte.

James: Bene, signori, accomodatevi. Cerchiamo di sistemare questa storia prima di pranzo. Floyd Rose, della Omicidi, ha deciso di andare in pensione anticipata. A noi tutti mancherà Floyd e la dura risoluzione con cui svolgeva il suo lavoro. Il dipartimento ha organizzato una bevuta d'addio al Galway Arms per saziare la prodigiosa sete che un uomo può accumulare in 25 anni di servizio. La partenza di Floyd apre una posizione ai massimi livelli e il capo ha pensato di promuovere Cole Phelps dalla Furti alla Omicidi. In piedi, Phelps. Goditi l'applauso. Ora sei nell'Olimpo, figliolo. Rusty Galloway, un ottimo sceriffo della vecchia scuola, ti prenderà sotto la sua ala. Il tuo primo caso sarà l'omicidio di una donna, ritrovata ieri notte con addosso tutti i segni del Lupo Mannaro. Andate sulla scena, ragazzi.

Concluso il filmato ed ottenuta la nostra promozione, avremo due nuove persone sul taccuino, sospetto dell'omicidio e vittima dell'omicidio e l'obiettivo indaga sulla scna del crimine alle Moors. La nostra destinazione è un parco vicino Court Street, tra la Belmont e Glendale. Una volta in auto eseguiamo una inversione di marcia e proseguiamo dritti sulla prima strada sino all'incrocio con Belmont Avenue, subito dopo il ponte. Dopo aver curvato a destra sulla Belmont, giriamo nuovamente a destra su Temple Street e giungeremo alla strada dissestata che ci porterà dritti dritti sulla scena del crimine.

Scena del crimine

Giornalista #1: Che ne dice di uno scoop per l'Examiner, Galloway? Vi farebbe comodo un po' di buona stampa.

Giornalista #2: Un'altra sgualdrina, un altro messaggio. Il Lupo Mannaro si è rimesso al lavoro, ragazzi?

Cole: Non ce l'hai una madre, stronzo? Una sorella? Mostra un po' di rispetto per questa povera donna! Lasciaci fare il nostro lavoro e più tardi il detective Galloway rilascerà una dichiarazione.

Giornalista #1: E' bravo questo qui, Rusty. Sembra persino sincero.

Giornalista #2: E' Phelps, ragazzi. L'eroe di guerra. Il paladino delle puttane assassinate.

Rusty: Cerca di abituarti, Phelps. Muovetevi, ragazzi. Avete le foto, avete un titolo. Ora sparite.

Allontanati i giornalisti, entriamo sulla scena del crimine e ascoltiamo il resoconto dal poliziotto di pattuglia.

Cole: Agente, questo fa parte del tuo percorso?

Agente: Sissignore. Beh, in parte. Le coppiette vengono qui ad appartarsi. E' un quartiere residenziale. C'è stato qualche problema, ma niente di simile. E' noto come le Moors, le "brughiere".

Cole: Sei arrivato per primo sulla scena?

Agente: Sì, detective.

Cole: Nessuno ha spostato il corpo?

Agente: Nossignore. Abbiamo cacciato la stampa in modo che Pinker e il coroner potessero lavorare. La stanno aspettando.

Cole: Passa nelle case e vedi se riesci a trovare qualcosa.

Concluso il resoconto, esaminiamo gli indizi per terra cominciando dall'impronta di scarpe misura 42 ai piedi del corpo per poi passare alla borsetta della vittima all'interno della quale dovremo esaminare il rossetto. Posata la borsa andiamo a sinistra ed analizziamo l'oggetto dorato a terra, un piccolo puzzle che risolveremo spostando l'anello medio-basso di tre tacche a sinistra, quello medio-alto di una a destra e quello alto di due a sinistra. Risolto il puzzle otterremo un nuovo indizio accendino del club La Bamba e l'obiettivo indaga al club La Bamba. Fatto questo raggiungiamo il corpo per esaminarlo - parliamo dopo con il coroner.

Una volta in posizione, analizziamo la testa della vittima per individuare il trauma da corpo contundente e la mano destra per i gioielli mancanti. Conclusa l'analisi, sganciamoci dal corpo per attivare in automatico la discussione con il coroner.

Cole: Cosa significa quella scritta sulla vittima?

Malcolm: "BD"... Black Dahlia, la Dalia Nera. "Tex"? Ne so quanto te. Potrebbe avere un senso o potrebbe essere solo un diversivo del killer. In ogni caso eseguirà dei test sul rossetto.

Cole: Qualche idea sull'ora del decesso?

Malcolm: Dalla temperatura direi dopo mezzanotte. Potrò confermarlo più tardi.

Conclusa la discussione usciamo dalla scena del crimine, torniamo in auto e dirigiamoci al Club La Bamba, al 626 di North Spring Street. Usciamo dal piccolo parco tornando su Temple Street e qui andiamo a destra seguendo poi tutta la seconda strada sino all'incrocio con Spring Street, la strada dopo la Broadway, e andiamo a sinistra proseguendo poi sempre dritto oltre gli uffici del coroner. Giunti sul posto, lasciamo l'auto ed entriamo all'interno del locale.

Club La Bamba

Garrett: Signori, cosa posso fare per voi?

Cole: Phelps e Galloway, LAPD. Era al lavoro qui ieri notte?

Garrett: Sì. Posso aiutarvi, agenti?

Cole: Può cominciare con il suo nome.

Garrett: Garrett Mason.

Cole: Lei fa sempre il turno di notte?

Garrett: Occasionalmente. Lavoro per un'agenzia, vado dove mi mandano, in tutta la città.

Cole: Ricorda una donna venuta qui ieri notte? 1,70, circa 50 chili, capelli biondi. Sui quarant'anni...

Garrett: Vuol dire Celine Henry?

Cole: Sì, la conosce?

Garrett: Io no, ma il proprietario, il signor McColl, la serve la maggior parte delle notti. Vuole parlare con lui?

Cole: Mi piacerebbe.

Garrett: E' seduto nel retro del club. Lo riconoscerà dall'ibisco, non può sbagliare. C'è altro?

Aggiunto il Signor McColl alla lista di persone nel nostro taccuino ed aggiornata Celine Henry, la vittima, andiamo a sinistra all'interno della saletta e raggiungiamo l'uomo nel tavolo in fondo con il fiore sulla giacca e seduto come se fosse su di un trono.

Cole: Detective Phelps, LAPD. Stiamo indagando sull'omicidio di Celine Henry. La conosce?

Dick: Celine... oh, Cristo. Certo che la conosco. Da tanto tempo, e anche suo marito.

Cole: Era qui ieri notte?

Dick: Sì, viene sempre. Celine è... era... una donna fantastica.


Domanda: Sospetto visto insieme alla vittima

Cole: La signora Henry era con qualcuno, ieri notte?

Dick: All'inizio no. Celine si è portata avanti un bel po' con l'alcol.

Cole: Dava nell'occhio?

Dick: Certamente. Alcuni signori erano particolarmente interessati alle sue storie. Uno in particolare.

Interpretazione: Verità

Cole: Lo conosce?

Cole: No. E' venuto al club solo un paio di volte.

Dick: Sono andati via insieme?

Cole: Sì. Erano circa le 11... se può aiutare, ho il numero di targa del tizio.

Dick: Penso che questo ci sarà di grande aiuto, signore. Grazie.


Domanda: Anello rubato alla vittima

Cole: Alla signora Henry mancava un anello, gliel'hanno strappato dal dito. Ma non era l'anulare.

Dick: Celine portava sempre un anello con un granato rosso. Piuttosto grande. Esagerato, come lei.

Cole: Ce l'aveva da molto tempo?

Dick: Certo, fin da quando volava.

Cole: Gliel'aveva comprato il marito?

Dick: No, ce l'aveva già da prima di Jacob.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Penso che lei sappia da dove veniva l'anello e penso anche che me lo dirà.

Dick: OK... l'ho comprato io. Anni fa. A quei tempi avevo una cotta per Celine. Mi sa che l'ho sempre avuta. Il marito non l'ha mai saputo.


Domanda: Conoscenza del marito

Cole: Conosce il marito?

Dick: Certo che conosco Jacob. Eravamo insieme nell'esercito. Ha incontrato Celine durante una licenza e l'ha sposta appena dopo la guerra. Ha dovuto sopportare parecchio.

Cole: Pensa che possa averla uccisa lui?

Dick: No. No, secondo me è impossibile.

Interpretazione: Dubbio

Cole: Se non è stato Jacob, probabilmente lei l'ha lasciata andare via con l'uomo che l'ha uccisa. Come si sente per questo?

Dick: Diamoci una calmata, eh? Ho chiamato Jacob. Gli ho chiesto di venire a prenderla come al solito, ma lui ha rifiutato. Celine ha scelto proprio la notte giusta per fargli saltare i nervi. L'ho richiamato intorno alle 11.30, ma non ha risposto nessuno.

Cole: Grazie, signor McColl. E' stato di grande aiuto. Un'ultima cosa: ha l'indirizzo di Celine?

Dick: 142 di North Union Avenue. Dio sa se l'ho dovuta rimandare a casa in taxi abbastanza volte da ricordarlo.

Ultimato l'interrogatorio otterremo come nuova persona Jacob Henry, come nuovo indizio il numero di targa 2B8899 e alibi del marito ed infine due nuovi obiettivi, rintracciare la targa numero 2B8899 e indagare a casa di Celine Henry. Ottenuti i comandi, raggiungiamo l'ingresso del club ed utilizziamo il telefono in modo tale da richiedere i dettagli sul proprietario della targa fornita da McColl. Conclusa la telefonata usciamo dal locale e entriamo in auto, direzione casa di Celine Henry. Da dove ci troviamo raggiungiamo la Broadway e giriamo successivamente a destra sulla 1st Street. Una volta raggiunta la prima strada proseguiamo avanti, superiamo il ponte e giriamo alla terza a destra così da immetterci su Union Avenue e raggiungere casa di Celine Henry. Giunti sul luogo, scendiamo dall'auto e raggiungiamo la porta dell'appartamento.

Appartamento degli Henry

Rusty: Provo la porta sul retro, tu aspetta qui un attimo.

Giunto sul retro, Galloway noterà la finestra della cucina rotta e forzata. Con un calcio alla porta sfonderà l'ingresso sul retro e arma in mano si muoverà in casa sino a giungere alla porta principale aprendocela.

Rusty: La finestra laterale è stata forzata. Sembra che qualcuno abbia svaligiato questo posto.

Concluso il filmato entriamo in casa e interagiamo con un nuovo giornale a sinistra, di fianco il mobile degli alcolici. Visto il filmato andiamo a sinistra ed esaminiamo la scarpa da donna sotto la finestra, dopodiché spostiamoci nello spogliatoio ed esaminiamo sopra la cassettiera i gioielli mancanti aprendo la custodia dell'anello di Tiffany e la fotografia a fianco. Raggiungiamo infine la cucina per esaminare prima la nota sul frigorifero che ci fornirà l'obiettivo indaga nell'appartamento di Jacob Henry e i vetri rotti della finestra che ci daranno l'indizio intrusione con scasso e l'obiettivo passa al setaccio il vicinato. Ultimata l'analisi delle prove usciamo di casa per raggiungere quella a fianco dove giungerà una vicina con cui parlare.

Jennifer: LAPD. Conosce Celine Henry, signora...?

Cole: Horgan. Jennifer Horgan. Conosco Celine da più di dieci anni. I nostri bambini sono cresciuti insieme. Che cosa succede, agente?

Jennifer: Ha visto la signora Henry uscire, ieri notte?

Cole: Beh, non sono una ficcanaso, capisce, ma... Celine aveva bevuto troppo e aveva litigato con il povero Jacob, che soffre tanto. Forse Jacob le ha fatto un occhio nero. Poi lui è uscito in tutta fretta e lei è tornata in casa.

Jennifer: Dopo è tornato?

Cole: No. Celine ha ascoltato la musica e ha sbraitato finché non è uscita, intorno alle 10 di sera. Era troppo ubriaca per guidare, ma quando le salta la mosca al naso non è il tipo che si ferma a ragionare. Che cos'è successo, agente? Celine sta bene?

Jennifer: Temo che la signora Henry sia stata assassinata.

Cole: Assassinata? Oh mio Dio. Temo di dovermi sedere.

Aggiunta Jennifer Horgan alla lista delle persone ed ottenuto l'indizio problemi coniugali, torniamo da Galloway e saltiamo in auto in modo da raggiungere il domicilio di Jacob Henry, un appartamento sulla Huntley Drive. Una volta in auto proseguiamo avanti, giriamo a sinistra su Beverly Avenue e raggiunto il ponte prendiamo l'uscita a sinistra così da immetterci sulla seconda strada. Da qui non dovremo far altro che proseguire avanti sino a raggiungere l'incrocio con la strada che forma un punto interrogativo. Percorriamo la strada o tagliamo attraverso gli edifici così da raggiungere l'ingresso del complesso d'appartamenti.

Appartamento di Jacob Henry

Rusty: OK Phelps, andiamo dentro decisi. Seguimi.

Per la seconda volta in uno stesso caso, Galloway sfonderà una porta puntando rapidamente l'arma sul sospettato.

Rusty: Sei Jacob Henry?

Jacob: Sì. Chi vuole saperlo?

Rusty: LAPD. Sei in arresto per l'omicidio di tua moglie, Celine Henry.

Jacob: Omicidio? Celine?

Rusty: Risparmiati la scena per la RKO, amico. Hai problemi più gravi.

Jacob: Oh mio Dio... di che diavolo parlate? Entrate qui, mi dite che Celine è...

Cole: Si sieda, signor Henry.

Jacob: Che lei è...

Cole: Daremo un'occhiata in giro, poi parleremo.

Jacob: Gesù, scusate...

Concluso il filmato entriamo nella camera di letto di Jacob ed esaminiamo le scarpe numero 45 dentro la valigia. Fatto questo torniamo indietro in cucina e interagiamo con il blocchetto degli appunti di fianco al telefono così da riportare alla luce il biglietto con minacce di morte. Ultimata l'analisi, raggiungiamo Henry di fronte al divano e mettiamolo sotto torchio.

Domanda: Movimenti della vittima

Cole: Allora chi ha ucciso Celine? Dov'è andata ieri notte, Jacob?

Jacob: In un bar, suppongo. Guardi, non ne ho proprio idea.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Lei sa dov'è andata, Jacob. Sta mentendo. Perché dovrei aiutarla se continua a mentire?

Jacob: Le ripeto che non lo so.

Prova: Alibi del marito

Cole: Sappiamo che è andata al club La Bamba.

Jacob: Il barista che lavora lì mi chiama quando le cose si mettono male, così vado a prenderla e la porto a casa. Ha chiamato anche ieri sera, ma ho detto no. Il telefono ha squillato ancora due volte, ma l'ho ignorato. Dovrò vivere con questo rimorso.


Domanda: Ultimo contatto con la vittima

Cole: Quand'è l'ultima volta che ha visto sua moglie, signor Henry?

Jacob: La notte scorsa. Sono andato da lei, abbiamo parlato. Poi le cose sono sfuggite di mano e me ne sono andato.

Interpretazione: Verità

Cole: Non ricorda a che ora ha visto sua moglie viva per l'ultima volta?

Jacob: Non lo so. Sono andato via... forse alle 9? Forse un po' più tardi, ma più o meno alle 9.


Domanda: Movente per l'omicidio

Cole: Perché l'ha uccisa, Jacob? Le cose si metteranno meglio se si sbottona.

Jacob: Questa è una cosa orribile da dire. Io non ho mai smesso di amarla.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Non le credo, Jacob. Secondo me non aveva il fegato di farlo, così ha chiamato qualcun altro.

Jacob: Ha qualche prova che lo dimostri, grand'uomo?

Prova: Biglietto con minacce di morte

Cole: L'appunto accanto al telefono suggerisce che aveva intenzione di farle del male.

Jacob: Vuole la verità? La verità è che non ne potevo più di lei. Stavo cercando di farla ricoverare.


Cole: Dobbiamo comunque portarla in centrale, signor Henry.

Rusty: Dobbiamo mettere su carta tutte queste cose, Jacob. Che eri stufo di tua moglie, e che hai pensato di ucciderla per risolvere tutti i tuoi problemi.

Jacob: Avrei ucciso mia moglie?

Rusty: Era una sciatta ubriacona, e non la sopportavi più.

Jacob: Chiuda quella dannata bocca!

Rusty: Quindi ora mi dici che l'amavi? Il procuratore diventa sentimentale di fronte a un vero pentimento, Jacob...

Il filmato si interromperà di colpo, Jacob infatti si alzerà dal divano e mollerà un diretto destro al mento di Galloway mandandolo a terra. Toccherà a noi difendere l'onore della polizia, mettiamoci dunque in posizione di combattimento e sferriamo colpi di continuo su Jacob fintanto che non riusciremo a farlo girare agganciandogli le manette ai polsi. Concluso il brevissimo filmato di arresto, andiamo in cucina e interagiamo con il telefono così da richiedere la pattuglia per arrestare il sospetto, il messaggio da parte del coroner sulla causa della morte della vittima e un messaggio da parte del capitano che richiede l'interrogatorio immediato dell'arrestato, attivando così l'obiettivo interroga Jacob Henry. Oltre a tutto questo, se non l'avremo già ottenuto per radio, riceveremo l'aggiornamento del sospetto Alonzo Mendez e l'obiettivo indaga a casa di Mendez.

Conclusa la telefonata e arrestato Jacob, torniamo alla stazione di polizia della Central Division. Dall'appartamento di Henry ci basterà tagliare la curva a sud immettendoci sulla seconda strada e proseguire sulla destra sino all'incrocio con Hill Street. Qui giriamo prima a sinistra e subito a destra all'incrocio con la prima strada così da raggiungere ed entrare all'interno della centrale.

Stazione di polizia

Cole: Abbiamo una pista promettente, capitano.

James: Stai mettendo in dubbio il mio giudizio, Cole Phelps?

Cole: No, signore.

James: Bene. Come pensavo. Jacob Henry è un frignone che si faceva comandare dalla moglie. Credo che con il giusto grado di persuasione sarà pronto a pentirsi dei suoi peccati. Sei pronto a mostrargli gli errori che ha commesso, giocane Phelps?

Cole: Non penso che sia lui il nostro uomo. Galloway è d'accordo con me.

Rusty: Non tirarmi in ballo.

James: Rusty è un poliziotto con molto senso pratico. Un uovo oggi vale sempre più di una gallina domani. Otteniamo una confessione dal povero Jacob, così stanotte la cittadinanza dormirà tranquilla. Ora vai, Phelps. L'ho già ammorbidito a sufficienza.

Concluso il filmato con il capitano, entriamo all'interno della sala interrogatori e mettiamo nuovamente sotto torchio Jacob Henry.

Cole: La tua situazione non è delle migliori, Jacob. Sei nei guai. Se non mi dici tutto non posso aiutarti. Hai capito?

Jacob: Sì.


Domanda: Accesso all'arma del delitto

Cole: Che lavoro fai, Jacob?

Jacob: Sono meccanico. Motori, differenziali, trasmissioni... quel genere di roba.

Cole: Quindi hai accesso agli attrezzi del mestiere?

Jacob: Sì.

Cole: Tua moglie è stata pestata brutalmente con una chiave inglese, poi ammazzata a calci. Come la vedi, Jacob?

Jacob: Io ero a casa, a letto.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Sono solo un mucchio di cazzate, Jacob. La verità è che la odiavi, quella troia. L'hai seguita, l'hai trascinata nella tua macchina e l'hai portata sulle Moors. Lei si è svegliata e tu le hai spaccato la testa con la chiave inglese.

Jacob: No, no, no, no, no, no...

Cole: E poi l'hai presa a calci. L'hai fatto perché era una puttana ubriacona e ti trattava di merda. L'hai pestata per tutti gli anni che hai dovuto sopportarla. L'hai massacrata perché sei una debole femminuccia del cazzo, Jacob, e volevi farle pagare tutto, fino all'ultimo. Avanti, prova a negarlo.

Jacob: Ero a casa. Sarei dovuto andare a prenderla al bar, ma non l'ho fatto. Non puoi dimostrare che non ero a casa.

Prova: Alibi del marito

Cole: Possiamo. Il padrone del bar, McColl, ti ha tradito. Ha chiamato a casa tua proprio nell'ora in cui qualcuno stava sfondando il cranio di Celine, e nessuno ha risposto. Se troviamo quella chiave inglese sei fottuto. Liberati la coscienza, dimmi che l'hai uccisa tu.

Jacob: L'ho uccisa, d'accordo. Ho ucciso i suoi sogni. Era una pilota, ai suoi tempi era famosa. Se ne stava fra le nuvole come un uccello, e non ha mai voluto scendere sulla terra. Sapete, mio padre era un piccolo agricoltore... era poverissimo. Io mi sono arruolato e sono diventato meccanico. Alla fine mi sono sistemato meglio di mio padre. Ho lavorato duro per farcela. E' tutto quello che si può chiedere a un uomo. Ma Celine non voleva scendere dalle nuvole, voleva tutto quello che non potevo darle. Io le ho offerto la sicurezza. Ma questo non le sarebbe mai bastato.


Domanda: Segni di rossetto

Cole: Si stato tu. Tutte le prove lo confermano. Cosa significa "Tex", Jacob?

Jacob: Non so di cosa sta parlando.

Interpretazione: Verità

Cole: Mi serve un motivo per crederti, Jacob.

Jacob: Volete una confessione? E' questo che volete?

Rusty: Esattamente questo.

Jacob: Mi sembra che esistano due tipi di matrimoni. Nel primo, marito e moglie si amano allo stesso modo ed è tutto rose e fiori. Poi ce n'è un altro, in cui una persona ama l'altra più di se stessa e la mette sopra a ogni altra cosa. Gente come me, che ama nonostante tutto e senza considerare quanto male si comporta l'altra. Ecco qua. Questa è la mia confessione. Io amavo mia moglie. E lo dimostrerò, costi quel che costi.


Domanda: Matrimonio in crisi

Cole: Il tuo matrimonio era in pezzi. Tu l'hai aggredita e lei ti ha risposto per le rime. Non era tua intenzione farle del male, è successo per caso.

Jacob: Non è andata così.

Interpretazione: Menzogna

Cole: Stai mentendo, Jacob. Stava andando in pezzi e le cose sono diventate violente.

Jacob: Sto dicendo la verità, racconto le cose come stanno.

Prova: Problemi coniugali

Cole: Jenny Horgan dice che le hai fatto un occhio nero.

Rusty: Va tutto bene, Jacob. Il procuratore capirà. Fossi stato nei tuoi panni, io avrei fatto la stessa identica cosa.

Jacob: L'ho colpita, d'accordo? Non ne vado certo fiero, ma lei ha cercato di spaccarmi la testa con una padella. Lei cos'avrebbe fatto? Ho sopportato per anni, ma qualche volta un uomo non ce la fa più.


Domanda: Gioielli mancanti

Cole: Perché hai rotto la finestra per entrare in casa di tua moglie, Jacob? Perché hai rubato l'anello?

Jacob: Cosa? Di che cosa sta parlando? Io ho una chiave. Perché dovrei rompere la finestra?

Interpretazione: Verità

Cole: Le hai preso l'anello perché hai scoperto chi gliel'aveva regalato.

Jacob: Di cosa sta parlando?

Cole: Il suo prezioso anello con granato, regalo del suo vecchio fidanzato Dick McColl.

Jacob: Questo non lo sapevo. Ho vissuto con quella donna per tre anni e non l'ho mai saputo. Se è così, dovreste parlare con Dick McColl.

Rusty: I detective siamo noi, coglione. Tu rispondi alle domande.


Cole: Vedrò cosa posso fare per te, Jacob. Ma non posso promettere nulla. La tua situazione è molto brutta.

Concluso l'interrogatorio ci troveremo automaticamente fuori dalla sala con il capitano James Donelly particolarmente scuro in volto.

James: Phelps. Mi hai deluso, figliolo.

Cole: Abbiamo un'altra pista, capitano. Questo tizio, Mendez, potrebbe essere il nostro uomo.

James: Spero bene che sia così, Phelps. Davvero. Sono profondamente infastidito da come conduci le indagini.

Ottenuti i comandi, usciamo fuori dalla centrale e saliamo in auto. La nostra destinazione è l'appartamento di Alonzo Mendez, ufficialente al 402 della South Fremont Street. Risaliamo la prima strada sino all'incrocio successivo a Figueroa Street, Freemont Street. Da qui proseguiamo lungo la strada sino all'incrocio con la quarta strada dove si trova l'appartamento di Menzed. Ultimato il filmato diamo un'occhiata alle cassette postali a sinistra per scoprire che l'appartamento del nostro uomo è il sedicesimo, entriamo dunque nell'edificio e visioniamo lo schema degli appartamenti di fianco le scale per scoprire che il sedicesimo appartamento si trova al quarto piano.

Ultimate le scale andiamo in fondo al corridoio e apriamo la porta con un calcio - tocca a noi e non per la terza volta a Rusty. Giunti all'interno dell'appartamento andiamo nel lungo corridoio a destra, entriamo nell'ultima camera a sinistra e qui analizziamo la scarpa numero 42 di fianco al letto e il rossetto usato e la chiave inglese insanguinata all'interno della scatola ai piedi del letto. Conclusa l'analisi, si attiverà un filmato.

Rusty: Abbiamo l'arma del delitto. Sarà meglio chiamare Pinker.

Cole: Perché tenerla? Perché non l'ha gettata via?

Rusty: Pensi che questi pagliacci siano dei geni? Ringrazia la tua buona stella che t'è andata bene e sei simpatico al capitano Donelly.

Alonzo: Ehi, ma che cosa?

Cole: LAPD. Sei in arresto.

Rusty: Non perdere di vista quel figlio di puttana! Io vado a prendere la macchina.

Ultimato il filmato ci aspetterà una lunga fase action, usciamo rapidamente dalla finestra e seguiamo Alonzo sui tetti degli edifici scendendo poi prima per una scaletta di ferro e dopo per una grondaia. Raggiunta la strada Alonzo ruberà un'auto, ma Rusty sarà sufficentemente rapido da porsi dietro l'auto del sospettato lasciando a noi la guida nell'inseguimento. Evitiamo ogni azione eroica all'inizio, restiamo dietro Alonzo assicurandoci di non ferire alcun civile ed aspettiamo di raggiungere la quarta strada. Una volta raggiunto l'obiettivo, affianchiamo Alonzo sulla sinistra così da permettere a Rusty di sparare verso l'auto del sospettato in modo da fermarlo con le cattive. Fermato Alonzo, il nostro caso si concluderà.

La scena si aprirà alla prigione con un poliziotto che metterà in cella il nostro sospettato.

Alonzo: Non dirò un cazzo.

Dopo una schermata a nero, la scena si riaprirà a casa di Alonzo con il capitano Donelly che si complimenterà per la riuscita del caso.

Cole: Avete fatto un lavoro eccellente, ragazzi. Phelps, un gran bel modo di presentarsi come investigatore della Omicidi. Sembra che questa città abbia un nuovo guardiano vendicatore. Considerando le prove raccolte contro il sospetto e la cura con cui è stato compilato il rapporto, prevedo che passerà senza problemi in tribunale, e il procuratore è d'accordo con me. Un crimine così brutale dev'essere punito in modo esemplare. I cittadini e la stampa lo esigono.

La scena si chiuderà con Donelly e Galloway che faranno un brindisi per la vittoria, lasciando Phelps fuori dai giochi.

Si conclude così il nostro primo caso alla omicidi, un assassinio che riprende il modus operandi di uno tra i serial killer più brutali della storia di LA. Al suo primo caso, senza farsi ingannare dalle apparenze o dalla voglia di ottenere un risultato facile, Phelps è riuscito ad arrestare il Lupo Mannaro, ma la il passato ci racconta una storia diversa.

Cinque stelle

Ogni caso della storia di L.A. Noire viene valutato dal capo del dipartimento con un voto che può andare da un minimo di una ad un massimo di cinque stelle. Minore sarà il tempo perso e maggiore la precisione nel trovare indizi e fare le domande corrette, migliore sarà la valutazione finale che otterremo. Non esistono tempi specifici o obiettivi minimi, tutto sta nel non compiere errori e nel guidare quanto più correttamente possibile in modo tale da non creare danni alla città, all'auto o alle persone. E' possibile ottenere la valutazione a cinque stelle rigiocando lo stesso caso attraverso l'apposita funzione nel menu alla voce Casi - ovviamente l'opzione sarà attiva solo dopo aver ultimato il caso una prima volta.

Il nostro primo caso alla omicidi non sarà particolarmente complesso da concludere alla massima valutazione. Tutto al solito verte più sulla nostra abilità che sulla raccolta degli indizi e come sempre, se non siamo abili guidatori, possiamo far guidare il nostro partner così da assicurarci di non creare alcun tipo di danno. Interrogatori complessi non ne abbiamo, tutti gli interrogati si comporteranno nel modo classico, sguardo fisso in caso di verità, sguardo verso il vuoto quando invece ci stanno mentendo.

Video

Qui di seguito potete visionare il video in formato 720p HD della missione - il video è una guida visiva a quanto bisogna fare durante la missione per concluderla al meglio. Il video mostra il completamento della missione con la tattica ideale per ottenere le cinque stelle come valutazione finale del lavoro, il video pertanto mostrerà tutti i filmati, gli indizi, gli interrogatori e le fasi di guida seguendo le strade migliori da percorrere per raggiungere ogni punto di interesse all'interno del caso.



Warning: include(/home/gtaser/my_domains/lanoire/scripts/addthis.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 141

Warning: include(): Failed opening '/home/gtaser/my_domains/lanoire/scripts/addthis.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 141

Warning: include(/home/network/public_html/ads-stats-ugo-network/ads-300x250.php): failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 143

Warning: include(): Failed opening '/home/network/public_html/ads-stats-ugo-network/ads-300x250.php' for inclusion (include_path='.:/php5.5/lib/php') in /web/htdocs/www.lanoire-crimes.com/home/www/it/rewrite_index.php on line 143